Lo yoga e la donna

Tempo fa ho visto il bellissimo documentario dal titolo: “Donne e Yoga” di Saraswati Clere.

Con questo articolo condivido con voi dei passaggi che ho trovato molto interessanti.

Un omaggio a tutte le donne che vivono con fierezza, ma anche a tutti gli uomini che fanno altrettanto e che amano, rispettano e vogliono conoscere  le donne.

Un inno alla parte femminile in ognuno di noi, affinché emerga con orgoglio.

Buona lettura!


La donna nella storia dello yoga

storia yoga donna

Lo yoga è una tradizione millenaria che all’origine era riservata soltanto agli uomini. La disciplina serviva a portar loro pace e consapevolezza.

Le donne, ritenute ostacoli alla consapevolezza, ne erano escluse!

Eppure i testi sacri dell’antica India ci narrano che le donne, al tempo, insegnavano, erano sacerdotesse e sagge! Erano dee e oggetto di culto.

Dopo l’anno 1000 a.C. però, la condizione delle donne si capovolse totalmente e le portò ad essere considerate come acqua sporca o frutta marcia, d’intralcio all’evoluzione e alla pace dell’uomo.
Nonostante tutto, nel corso della storia, ci sono state donne yogini molto potenti e molto forti, ma erano costrette all’emarginazione familiare e sociale, e a vivere ai margini come delle selvagge.

Per millenni lo yoga, dunque, è stato appannaggio dei soli maschi, coloro che dall’India lo hanno portato in occidente, seppur molto limitatamente.
Rare erano le donne che studiavano la disciplina, dobbiamo arrivare ai primi anni del 900 affinché queste inizino ad approcciare, molto timidamente, alla pratica.

Tra queste, una delle prime fu Indra Devi (Riga 1899 – 2002), decana dello yoga in un periodo in cui le donne erano ancora totalmente escluse sia come studentesse e soprattutto come insegnanti.

Indra è stata una donna straordinaria, è vissuta 103 anni di cui 70 dedicati
all’insegnamento, portando lo yoga in cinque continenti diversi.

L’8 marzo del 1999, in occasione della Giornata Internazionale della Donna,
Indra Devi ricevette un riconoscimento pubblico per essere “un vero esempio di vita”.

Con lei si aprì un nuovo capitolo della storia dello “yoga e le donne” che, piano piano con grande insicurezza, entrarono a far parte di questo mondo affascinante ma ancora tutto al maschile.

Lo yoga con le donne si trasformò, gradualmente, nello strumento ideale per migliorare la vita delle donne stesse.

Negli anni 70 la disciplina divenne popolare nelle case americane e man mano le donne cominciarono a farsi avanti per praticare e per insegnare, divenendo spesso delle leaders.

Le donne hanno reso lo yoga parte integrante delle loro vite, portandolo nelle loro case e al lavoro; grazie ad esse, lo yoga è diventato un fenomeno internazionale. Solo negli USA oggi praticano 20 milioni di persone, di cui l’85% sono donne le quali, grazie alla disciplina, stanno cambiando le loro vite.

Personalmente ringrazio le pioniere dello yoga in occidente, donne coraggiose e intraprendenti, senza le quali non sarei qua a scrivere questo articolo, a insegnare alle altre donne (solo una donna sa cosa significa essere donna) e a beneficiare degli straordinari effetti della disciplina: benessere fisico, consapevolezza e pace interiore!


La condizione delle donne in occidente

donna stressata

Prima di trattare il modo in cui lo yoga interagisce nelle varie fasi della vita delle donne, voglio soffermarmi su quella che è l’attuale condizione delle donne nel mondo occidentale.

In America il 50% delle donne stanno a dieta a causa del sovrappeso o dell’obesità, esse mangiano in modo compulsivo, più che per nutrirsi per coccolarsi! Soffrono d’insonnia, sono iper stimolate dall’eccesso di impegni, vorrebbero essere impeccabili e non si sentono mai all’altezza.

Sono spinte ad essere perfette, ad avere successo e a prendersi sempre cura di tutti. Una donna su 5 nel mondo soffre di depressione durante la vita. Il 90% di esse ha problemi con la propria immagine e sono scontente di se stesse. Le donne italiane ad esempio sono spesso preoccupate per come si vestono, della loro apparenza, di come sono fuori.

Le donne sono costantemente costrette a fare molte cose; prendersi cura della famiglia e onorare gli impegni di lavoro rende loro difficile trovare tempo per se stesse. Perfino le ragazzine sono soggette a pressioni sociali sempre maggiori, e gli educatori riconoscono che lo yoga potrebbe far loro molto bene.

I media hanno danneggiato la psiche adolescenziale. I film, le riviste, l’ enfasi sull’essere magre, sull’avere un certo tipo di capelli, un certo colore di occhi, avere determinati vestiti, queste sono le cose più importanti. Se praticassero, potrebbero sentirsi bene indipendentemente.

Se potessero imparare a conoscersi e avere la sicurezza in se stesse sarebbe loro di grande giovamento.

Nel momento in cui le ragazze iniziano a interessarsi al sesso e al loro corpo, lo yoga le aiuta ad entrare in contatto con la loro natura, deconcentrandole dalle influenze esterne deleterie.


La sessualità femminile

La sessualità è notevolmente influenzata da stress e ansia quotidiani.

Una libido bassa è il primo sintomo visibile. Per molte donne lo stress è il sintomo di una vita troppo impegnativa. Lo yoga riduce lo stress delle donne. Le donne lo sentono subito. Aumenta il livello del GABA, il valium prodotto in natura. Molte donne sentono di avere più energia quando praticano yoga. Passano dall’essere esauste e stanche la maggior parte del
tempo, all’avere energia per l’amore e il sesso.

Se non si dorme bene, se si hanno sempre dolori, se non ci si muove, è difficile avvicinarsi alla propria sessualità e lo yoga può migliorare questi aspetti quasi subito, attraverso l’apertura della mente e del corpo.

Aprire i fianchi e portare il movimento nella zona del bacino fa si che la donna si apra e, se ciò accade, anche la relazione con il partner si apre.


Le donne in menopausa

donne menopausa yoga

Con la ripetizione di questa pratica la qualità della salute migliora e il processo di invecchiamento diventa un dolce processo di accettazione.

Lo yoga è molto importante per le donne in menopausa.

Se non si fa nulla per il corpo in menopausa si può sperimentare malinconia o depressione perché si sente che il corpo sta invecchiando.

Fare yoga aumenta l’ottimismo e mostra che c’è un modo per mantenere quella libertà che si ha nelle giunture a 40 – 30 – 20 anni .

Questo è il momento in cui bisogna prendersi cura di sé cosi come ci si prende cura degli altri, invecchiamo tutti giorno dopo giorno, l’esperienza è più piacevole quando il corpo è forte e flessibile.

Ci sono altri modi per farlo oltre che con lo yoga, ma il bello dello yoga è che include il lato filosofico, la pratica e può essere adattato ad ogni tipo di persona, età o condizione.


Le donne anziane

Per le donne più mature uno dei problemi più gravi è l’osteoporosi.

Sappiamo che lo yoga, quando praticato regolarmente, aumenta la densità ossea dell’1% all’anno.

La grazia che lo yoga dona quando s’invecchia è importante al fine di un movimento consapevole e in sicurezza.


Donne in sovrappeso

Un’area specializzata che sta diventando popolare consiste nell’adattare le classi di yoga per le donne robuste.

Molte donne hanno rinunciato a trovare dell’attività fisica o degli esercizi con cui si sentono a proprio agio e che sono in grado di fare.

Le donne robuste si sentono spesso emarginate ma lo yoga può cambiar loro la vita.


Donne in età fertile

Quando le donne sono in disarmonia con il ciclo mestruale, è come se fossero in disarmonia con i cicli naturali.  Lo scopo dello yoga e di riallinearle con questi ritmi profondi.

Le donne rimangono spesso intrappolate in un calendario che sembra più un agenda e dimenticano che esiste un ciclo profondo a cui sono eternamente legate.

L’effetto di trattare il ciclo mestruale nelle classi di yoga e nella pratica è grande.

Le giovani praticano diversamente dalle donne in menopausa e la pratica dev’essere adattata. Le insegnanti donne cambiano continuamente lo yoga per sostenere le diverse fasi della vita di una donna.

La dottoressa Sara Gottfried del Medical Center Oakland California, è una ginecologa di Harvard e come esperta della salute femminile, unisce il meglio della medicina occidentale con le terapie naturali. Dice di avere molte pazienti e che, se queste praticassero yoga regolarmente non ne avrebbe cosi tante, poiché le donne grazie allo yoga sarebbero più
gioiose e sarebbero più stabili a livello emotivo e quindi avrebbero più benessere.

Molti dottori ora prescrivono lo yoga per aiutare le donne a vivere al meglio le varie fasi della loro vita.


La donna in gravidanza

Yoga in gravidanza

La clinica più grande d’America, l’ospedale Kaiser a Los Angeles sta conducendo progetti yoga pilota che vengono integrati con le cure prenatali tradizionali.

Hanno scoperto che in realtà fare esercizio non è pericoloso, e solo poche condizioni non lo permettono.

Entrare in travaglio per le donne è come prepararsi ad una maratona. È essenziale essere in buona forma fisica, e lo yoga è una pratica delicata ma impegnativa, perfetta per le donne in gravidanza.

Molte donne cominciano lo yoga quando sono incinte, è un buon momento
per iniziare, ci sono più ormoni rilassanti nel corpo, elasticità nelle giunture, nelle anche e nella bassa schiena, se praticano con costanza quella flessibilità rimane, durante la gravidanza e oltre.

Gli studi attuali provano che praticare yoga in gravidanza riduce i tempi
del travaglio e il rischio di taglio cesareo.


Conclusioni: perché fare yoga?

Alla fine il vero viaggio in qst disciplina è lo sperimentare il potere della pace interiore. Questa è l’essenza dello yoga.

La mente è come un oceano. Se le acque sono turbolente non si vede nulla, non c’è chiarezza. Se la superficie delle acque è calma, si può vedere il fondo, fino ai tesori più nascosti dell’oceano.

Non importa ciò in cui si crede, l’obiettivo principale è capire di che cosa è fatta la mente, e come si può portare quiete interiore.
Il progetto sta nel cambiare lo sguardo verso la felicità, verso la gioia, verso la pienezza. Pian piano ci si lascia andare sempre di più al momento presente e alla totalità della vita.

Quando si comincia a fare questo ci si sente liberi, e si presentano nuove opportunità.

Lo yoga ci aiuta a prenderci cura di noi stessi attraverso la purificazione del corpo e della mente. Ci aiuta a dedicarci del tempo, a ritrovare il nostro baricentro, ad essere in armonia con noi stessi.

Quando ci si sente bene con se stessi la differenza è enorme, perché si sente il proprio corpo per quello che è. Può salvare la vita, cambia la vita.

Permette di accettarsi per quello che si è come non mai.

Lo yoga è solo un processo di pulizia, è come se lucidassimo il nostro diamante cosi da poter permettere a noi stessi di splendere, in maniera bellissima, brillare cosi come siamo.

In questo modo possiamo essere noi stesse e splendere come i diamanti.

Molte insegnanti di yoga donne si chiedono come poter portare completezza e benessere con questa pratica, è una domanda importante in questo momento storico, nel quale siamo sempre più disconnessi dalla natura.

Bisogna trovare armonia ed equilibrio in noi stesse e nella nostra natura.

Come donne dobbiamo risvegliarci e non aver paura della nostra ombra e della nostra passione.

Come donne dobbiamo sostenerci per ricordarci a vicenda quanto siamo meravigliose.

Quando le donne praticano insieme e si incontrano nel legame dello
yoga, il risultato è straordinario. Tantissime donne hanno scelto di fare yoga desiderose di contrastare la pressione del mondo moderno, vogliono la pace e l’equilibrio nelle loro vite.

Ci sono donne che hanno scoperto la felicità grazie allo yoga, quelle che hanno iniziato in tarda età oppure da giovanissime, ci sono donne che hanno approcciato allo yoga per passione, per vanità, per contrastare una malattia o la sofferenza interiore, chi per dimagrire o per migliorare la postura, chi per crescere spiritualmente.

Lo yoga può donare tantissimi benefici: rende forti, sensibili, dona il coraggio di essere se stessi, di far sentire e portare alla luce la propria vulnerabilità.

Lo yoga sta iniziando ad essere demistificato, sta diventando sempre più popolare, a portata di mano e intimidisce meno, man mano che le persone iniziano a praticarlo.

Chiunque può praticare lo yoga.

Quando vediamo le foto di queste persone con le braccia avvinghiate attorno al corpo ci spaventiamo, bisogna però cominciare da dove si può.

Si tratta di movimento e di respirazione. Chiunque può farlo.

Om Shanti!