Pratica yoga con moderazione e senza esagerare

Uno dei principi più importanti nello yoga è senza dubbio la moderazione.

Vedo spesso molti praticanti che fanno yoga esagerando nelle posizioni, senza ascoltarsi, senza coltivare la pazienza, senza consapevolezza del respiro, dimenticandosi di santosha e guidati soprattutto dall’ego (asmita).

Come spiego più volte in Meseditazione, molto spesso siamo in balia di questa creazione mentale che, se si indaga bene ed in profondità, si scopre che non esiste affatto (Anatta).

Se si esagera, a volte si va in contro più a danni che a benefici.

Anche io in passato ci sono caduto in questo tranello della mente, e più volte mi è capitato di esagerare nella pratica perché mi dimenticavo sempre la moderazione.

Con il passare del tempo però mi sono messo ad analizzare i miei errori e mi sono fatto questa domanda:

A cosa servono gli errori?

Gli sbagli si trovano nel nostro cammino perché ci permettono di migliorare e, grazie a questi, possiamo imparare molto sullo yoga, su noi stessi e sulla vita in generale.

L’importante però è imparare dai propri sbagli e non continuare a caderci nuovamente, cosa che invece avviene nella maggior parte dei casi.

Bisognerebbe sempre praticare le posizioni, il pranayama, la meditazione, i mudra, i mantra etc. con moderazione, con piena consapevolezza di noi stessi, coltivando santosha e lasciando andare i desideri dettati dall’Io.

Questo video mostra cosa succede a chi esagera nello yoga ed è un bellissimo spunto di riflessione.

Buona visione e soprattutto buona riflessione! 😉

(Visited 2.956 times, 1 visits today)