Benefici della meditazione: perché meditare fa bene alla salute 4.86/5 (21)

Quali sono i benefici della meditazione? Perché fare meditazione fa bene sia al corpo che alla mente?

Queste sono domande molto comuni che chiunque ha da poco iniziato o sta cominciando il percorso della meditazione si sta facendo.

Se anche te ti stai affacciando a questo nuovo mondo ti capisco benissimo.

Di solito prima di impegnarmi a fare qualcosa seriamente voglio sapere cosa posso ottenere in cambio e, siccome la meditazione è un impegno quotidiano, è importantissimo sapere quali effetti benefici otterrai se sacrificherai 10/20 minuti al giorno del tuo preziosissimo tempo per meditare.

In questo articolo scoprirai tutti i benefici che la meditazione ti può donare e sono sicuro che, una dopo averlo letto, sarai ancora più motivato a inserire l’abitudine di meditare nella tua vita quotidiana.

Buona lettura… 😉


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora


I benefici fisici della meditazione: perché meditare fa incredibilmente bene al corpo?

benefici fisici della meditazione

Molti persone che si avvicinano alla meditazione pensano che sia una pratica che faccia bene solo alla mente ma non è così.

Secondo lo yoga, ma anche secondo molte altre discipline orientali, il corpo non è altro che la manifestazione grossolana della mente e quest’ultima è la manifestazione sottile del corpo.

Quindi mente e corpo sono strettamente in relazione.

Questa correlazione può essere facilmente osservata ogni volta che sei stressato o preoccupato per qualcosa.

Cosa succede solitamente al corpo in queste occasioni?

E’ più rigido, spesso insorgono mal di schiena, dolori alla cervicale, problemi digestivi o molti altri squilibri che sono purtroppo sempre più comuni.

Un altro maniera di osservare questo collegamento tra mente e corpo è di percepire il tuo stato mentale alla fine di un’attività fisica.

E’ vero o no che ti senti più rilassato mentalmente rispetto a prima di iniziare quella determinata attività?

Questi sono solo due esempi che dimostrano la stretta correlazione tra il corpo e la mente, ma potrei continuare fino alla fine dell’articolo.

Se questa unione mente-corpo è vera, e te l’ho appena dimostrato, lavorando sulla prima si avranno anche incredibili benefici sul corpo.

Andiamo a vedere i principali.


Il sistema respiratorio migliora

meditare fa bene anche ai polmoni

Quando mediti puoi facilmente osservare che la respirazione inizialmente è agitata, irregolare e superficiale, mentre con il passare dei minuti il respiro diventa sempre più calmo e regolare.

Il modo in cui respiri è importantissimo e, grazie alla meditazione, prima di tutto puoi renderti conto di questo processo involontario e successivamente puoi esserne molto più consapevole.

Questa consapevolezza del modo di respirare, non solo durante la pratica ma anche fuori, ha dei profondi effetti benefici sul sistema respiratorio perché con il passare del tempo potrai calmare il respiro ogni volta che ne perdi il controllo, come ad esempio succede in tutte le situazioni stressanti.

Quando ne stai affrontando una e ti accorgi di respirare superficialmente puoi ritornare a respirare in modo più profondo, lento e regolare.

Tutto questo si traduce in un netto miglioramento generale della respirazione, come confermato anche da molte ricerche scientifiche come ad esempio questa.

Per saperne di più sulla respirazione leggi anche:


La meditazione migliora il sistema circolatorio

il sistema circolatorio migliora se si medita

Sicuramente avrai sentito dire che la meditazione riduce lo stress, ma forse non sai che questa pratica è incredibilmente benefica anche per il cuore e per tutto il sistema circolatorio.

Lo stress infatti causa nel corpo il rilascio di ormoni come l’adrenalina e il cortisolo che lo mettono in uno stato di allerta.

Questi ormoni incidono sul battito cardiaco che accellera e così tutto il sistema circolatorio lavora più velocemente.

Se ti trovassi in una situazione di “vero” pericolo, questa risposta fisiologica sarebbe solo che positiva perché potrebbe salvarti la vita, ma nella quotidianità mai, o quasi, sei veramente in situazioni pericolose.

Grazie alla meditazione, non solo ti rendi conto di quello che veramente sono le situazioni stressanti, ma la lo stress si riduce incredibilmente, gli ormoni dello stress non vengono più messi in circolo, il battito cardiaco non risulta più costantemente accelerato e questo si traduce in un miglioramento di tutto il sistema circolatorio.

Ci sono molte ricerche scientifiche, come ad esempio questa, a supporto di tutto ciò.


Riduce i dolori corporei

la meditazione riduce il doloreQuando stai seduto da solo sul tuo cuscino da meditazione uno degli ostacoli che dovrai affrontare è il dolore.

A volte viene a un piede, a volte a un ginocchio altre ancora alla schiena o al collo.

Vero? E cosa si fa in questi casi?

La prima cosa che probabilmente farai sarà di cambiare posizione e trovarne una più comoda, ma presto ti renderai conto che non è una soluzione fattibile perché i doloretti ritorneranno.

L’unica cosa che potrai fare è affrontare il dolore, accoglierlo, sentirlo, non cacciarlo, e prima o poi se ne andrà esattamente come è venuto.

Lo so benissimo che è molto più facile a dirlo che a farlo ma questa è la verità.

La meditazione non solo ti permette di affrontare i doloretti che insorgono nella quotidianità, ma ti permette anche di conoscere meglio il dolore e così anche di ridurlo.

A sostegno di ciò ci sono numerose ricerche mediche (come ad esempio questa) che hanno dimostrato l’effetto positivo della meditazione nella riduzione del dolore.

Inoltre, siamo abituati a vedere i dolori come totalmente negativi ma a volte la loro insorgenza è solo “positiva”. Il corpo non ha voce e uno dei modo che ha a disposizione per comunicare qualcosa è attraverso il dolore.

Spesso infatti i dolori insorgono perché una determinata zona è fuori equilibrio, magari perché è particolarmente debole oppure perché non viene mai usata nella quotidianità.

Grazie alla meditazione puoi imparare ad affrontare meglio il dolore e capire i segnali che il corpo ti sta inviando attraverso quella sensazione, che solitamente giudichi negativa ma che in fin dei conti è solo una sensazione.


Aumenta la consapevolezza del corpo

meditazione consapevolezza corpo

Come già accennato nel precedente paragrafo il corpo è vivo e manda continuamente dei segnali, ma per coglierli bisogna sviluppare la consapevolezza e questa qualità può essere sviluppata grazie alla meditazione.

Quando sei da solo con il tuo corpo, con le tue sensazioni, con i tuoi dolori, con i tuoi pensieri ti stai in poche parole allenando per sviluppare una maggiore consapevolezza del tuo corpo.

Quest’ultima è una qualità innata che tutti noi abbiamo, solo che per la maggior parte del tempo stiamo solo attenti alle cose esterne, quelle percepite dai 5 sensi, e perciò pian piano perdiamo la capacità di ascoltare il nostro fisico.

Con la meditazione invece puoi invertire questo processo perché durante la pratica avviene il cosiddetto ritiro dei sensi (pratyahara), che ti permette di ascoltare meglio tutto quello che avviene all’interno di te stesso.

Grazie infatti ai pochi minuti quotidiani passati a meditare, potrai portare con te questa capacità di ascolto, acquisita durante la pratica, anche durante nel resto della giornata.

Per approfondire questo argomento leggi anche questo articolo: Consapevolezza: come essere più consapevoli di sè grazie allo yoga e alla meditazione


Il sistema immunitario migliora

effetti benefici sul sistema immunitario

Secondo la filosofia del Samkhya, dalla quale poi sono nate lo yoga e l’ayurveda, il corpo ha una capacità di autocurarsi innata che è molto potente.

Infatti secondo questo modo di pensare la malattia nasce ogni volta che nel corpo c’è uno squilibrio. Quello che noi vediamo come un semplice problema fisico, a monte è stato causato da una serie di squilibri che hanno portato a quel particolare stato.

La medicina tradizionale solitamente si occupa solo dell’ultima fase di questo processo mentre quella alternativa, come appunto lo yoga, la meditazione e l’ayurveda, vanno ad indagare e a modificare ciò che causa il problema.

Di conseguenza riequilbrando il corpo e la mente si ritrova quell’equilibrio originario e così si riacquisisce quella capacità curativa innata che il fisico ha e che porta sia alla guarigione che alla prevenzione.

Il miglioramento del sistema immunitario è soltanto una delle conseguenze positive di tutto questo processo e ci sono numerose ricerche scientifiche (come ad esempio questa) che lo hanno dimostrato.

Adesso che andiamo visto i principali benefici fisici della meditazione, è arrivata l’ora di andare ad esaminare gli effetti benefici che riguardano invece la mente.


I benefici mentali della meditazione: perché fare meditazione fa incredibilmente bene alla mente?

perche meditare fa bene alla mente

La meditazione ha degli effetti benefici profondi sul nostro cervello perché va a stimolare/modificare delle aree neurali che solitamente rimangono dormienti o comunque che vengono stimolate poco durante le attività quotidiane.

Così come la palestra rafforza i muscoli del corpo, allo stesso modo possiamo dire che la meditazione attiva e rende più forti alcune aree cerebrali.

Moltissimi studi, come ad esempio questo o anche quest’altro, hanno chiaramente dimostrato che durante la meditazione si attivano alcune zone del cervello che raramente si usano nella vita di tutti i giorni e così si hanno tutti quei benefici di cui si sente parlare molto.

Andiamo a vedere i principali.


Riduce lo stress

la meditazione riduce lo stress

Il primo grande beneficio della meditazione sulla mente è la riduzione dello stress.

I ritmi della società attuale, le condizioni lavorative degli ultimi anni, le preoccupazioni economiche e molti altri motivi sono le cause principali dell’insorgenza dello stress.

Prima poi tutti sperimentano periodi stressanti, nessuno escluso.

Dato che cambiare le situazioni in cui ci troviamo è spesso molto difficile, o impossibile nel breve termine, l”unica cosa che possiamo cambiare è la nostra reazione a queste situazioni e meditare può essere un modo sicuramente molto efficiente per affrontare al meglio lo stress.

Quando decidi di sederti a gambe incrociate e stare da solo/a a meditare pian piano la mente si calma, la respirazione rallenta e, come per magia, quando ti alzi dal cuscino lo stress è scomparso, o perlomeno si è affievolito.

Sicuramente non hai cambiato la causa dello stress ma hai potuto modificare la tua reazione, cosa non da poco.

Se vuoi saperne di più su come lo yoga e la meditazione agiscono sullo stress ti consiglio di leggere anche:


Aumenta la forza di volontà

meditazione per la forza di volonta

Uno degli ostacoli più grandi della pratica è quello di sedersi e di iniziare a praticare.

Non ho tempo, ho da fare altre cose più importanti, oggi sono stanco, la faccio più tardi sono solo scuse che insorgono ogni volta che vuoi meditare.

Queste scuse non sono altro che resistenze inconsce al cambiamento che avviene grazie alla meditazione e per superarle c’è bisogno di sviluppare una grande forza di volontà.

Se non ti deciderai a fare appello a quella volontà interna ci sarà sempre qualcosa di più utile da fare, ci sarà sempre una scusa per posticipare la meditazione e così i numerosi benefici della pratica meditativa difficilmente si vedranno.

Il miglio modo per acquisire la forza di volontà, necessaria non solo per meditare, è di praticare tutti i giorni, anche solo pochi minuti. E’ la nuova abitudine che produrrà dei profondi effetti benefici sulla mente.

Una volta sperimentati questi benefici, aumentare la durata e la frequenza delle meditazioni sarà di gran lunga più facile.

Per saperne di più su come lo yoga e la meditazione sono formidabili per migliorare la forza di volontà ti consiglio di leggere anche questo articolo: come migliorare la forza di volontà grazie allo yoga


Migliora la concentrazione

migliorare la concentrazione

Uno dei problemi più comuni di molte persone è sicuramente una scarsa concentrazione.

Una mente agitata infatti tende solitamente ad essere attratta da qualsiasi cosa gli passa davanti e così si succede che ci si ritrova improvvisamente a pensare, o fare, tutt’altro rispetto a quello che invece si stava pensando o si stava facendo precedentemente.

Facendo meditazione questo processo si vede chiaramente e si scopre anche un’altra cosa importantissima: man mano che si va avanti nella pratica e la mente si calma, l’attenzione aumenta e si riesce a restare concentrati su una cosa soltanto.

Precedentemente ho detto che la meditazione può essere considerata una sorta di palestra per migliorare le facoltà mentali ed in questo caso il muscolo che si vanno a raffrozare sono quelli della concentrazione.

Questi muscoli sono poco usati solitamente ed inizialmente ci vuole del tempo per riattivarli ma se praticherai costantemente presto sperimenterai su te stesso/a gli effetti positivi della meditazione sulla capacità di concentrarsi.

Per sapere come aumentare la concentrazione leggi anche questo articolo: Come meditare: le domande più comuni sulla meditazione


Vivere il momento presente

meditazione per vivere il momento presente

Quanto tempo durante una giornata normale vivi il momento presente?

Spesso non ce ne rendiamo conto ma se ci riflettiamo 5 minuti ci accorgiamo che la mente è la maggior parte del tempo o nel passato o nel futuro.

Non è vero?

Quando ad esempio insorgono continuamente ricordi, quando vorresti essere da un altra parte oppure quando ti preoccupi in anticipo dei problemi futuri viene in qualche modo a mancare la bellezza del “qui ed ora”.

La meditazione ti insegna che le esperienze passate sono finite, quelle future sono illusioni ed è totalmente inutile che condizionano il momento presente.

Con la pratica e con l’aumento della consapevolezza dei processi mentali riuscirai ad essere sicuramente meno controllato/a da tutto questo e vivere pienamente il momento presente, il “qui ed ora”.

Se vuoi approfondire questo argomento ti consiglio di leggere il bellissimo libro il potere di adesso di Eckhart Tolle.

Scopri di più


Come hai sicuramente potuto capire da questo articolo i benefici della meditazione sono incredibili.

Questi sono solo alcuni ma ce ne sono molti altri. Ci si potrebbe scrivere un libro intero su tutti gli effetti positivi della pratica meditativa.

Quello però che ho cercato di trasmetterti con questo post è che mettersi seduti a gambe incrociate per 10, 20 o 30 minuti tutti i giorni è un gesto molto semplice ma che porta infiniti benefici non solo alla mente ma anche al corpo.

Quindi ora che li conosci è ora di passare all’azione e inserire la meditazione nella tua vita quotidiana.

Se non hai mai meditato o comunque hai iniziato da poco tempo ti consiglio di leggere anche questo articolo per iniziare: Che cos’è la meditazione e come praticarla.

PS: Fammi sapere nei commenti come va e quali benefici hai sperimentato.

Spero tanto che questo articolo ti sia stato utile per saperne su questa scienza antica. Se così è, condividilo nel tuo canale social preferito usando i pulsanti di seguito così sarà utile anche ai tuoi amici. Per me invece è una piccola ricompensa per il lavoro fatto. 😉

Buona meditazione e namaste 😀


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora

*Immagini tratte da Bigstock

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?