Come combattere lo stress: scopri le migliori posizioni yoga antistress

Lo stress ti stress? Non preoccuparti, so bene come ti senti. 🙂

Lo stress purtroppo è uno dei maggiori problemi dei nostri tempi. Non importa che tipo di vita conduciamo o che lavoro facciamo, prima o poi tutti noi ci troviamo a combattere lo stress.

Non è vero?

I ritmi di lavoro moderni, le responsabilità familiari e le preoccupazioni economiche sono solo alcune delle cause che causano l’insorgenza di questo diffusissimo problema.

Anche se può sembrare apparentemente uno stato temporaneo e che scompare dopo qualche giorno, bisogna fare assolutamente in modo che non insorga o combatterlo appena si percepisce, perché lo stress porta con se altre conseguenze negative.

Gli ormoni dello stress infatti provocano dei cambiamenti corporei negativi (non sempre), come ad esempio l’aumento dell’intensità del respiro, il restringimento dei vasi sanguigni e l’aumento del battito cardiaco. Se non combattuto efficacemente, questi sintomi temporanei con il tempo si possono trasformare in veri e propri disturbi peggiori come ad esempio la mancanza di sonno, il mal di testa, i disturbi gastrointestinali, l’ansia, l’irritabilità, lo scarso rendimento, le difficoltà di concentrazione e così via.

Dal momento che spesso le cause che fanno insorgere tutto questo non sono facili da modificare, possiamo solo cambiare il nostro modo di reagire, cioè combattendo lo stress efficacemente. Ci sono vari modi più o meno efficienti per affrontarlo, ma numerosi studi recenti hanno dimostrato che uno dei migliori metodi antistress è sicuramente lo yoga.

Grazie alla sua respirazione e alle posizioni che si eseguono durante la pratica, il corpo e la mente si rilassano incredibilmente e così lo stress lascia il posto ad una stupenda sensazione di tranquillità.

In questo articolo ti parlerò di come lo yoga può combattere lo stress e di quali sono i migliori esercizi che puoi fare ogni volta che ti senti stressato.

Sei pronto a dire addio allo stress ogni volta che si presenta? 😉

Bene, allora buona lettura!

Per combattere lo stress efficacemente bisogna conoscerlo

conoscere-lo-stress-per-combatterlo

Trovo che la prima cosa da fare per eliminare lo stress è conoscerlo perché non puoi sconfiggere un problema se non lo conosci approfonditamente.  Perciò andiamo a vedere che cosa è veramente lo stress.

Precedentemente ho affermato che gli ormoni dello stress sono negativi, ma ho anche accennato che non lo sono sempre. Infatti lo stress non è sempre considerato negativo, come siamo portati a credere.

In natura infatti, lo stress insorge quando si presenta una situazione particolarmente negativa che può metterci in serio pericolo. In questi casi il corpo risponde liberando gli ormoni dello stress, che a loro volta producono dei cambiamento corporei che in alcune situazioni ci possono salvare la vita.

La pressione aumenta, il battito cardiaco diventa più rapido, la respirazione accelera, i vasi sanguini si restringono e vengono anche liberati zuccheri nel sangue per fornire maggiore energia al corpo.

Tutto questo è fondamentale in situazioni di pericolo ed in alcuni casi sono proprio queste risposte date dallo stress che ci possono salvare la vita.

Oggi giorno però, quasi mai ci troviamo in situazioni in cui si rischia veramente la vita e succede che queste risposte sono attivate quasi quotidianamente per cose meno importanti: il traffico, le bollette da pagare, incertezza sul futuro, relazioni sentimentali e così via.

E sai qual’è il risultato?

Siamo costantemente stressati, gli ormoni dello stress circolano troppo spesso nel sangue, anche quando non dovrebbero, e perciò il nostro corpo è come se si trovasse sempre in una situazione di pericolo.

Però, se in casi estremi questa risposta può salvarci la pelle, nella vita di tutti i giorni ha le conseguenze negative per la salute che tutti conosciamo.

E allora cosa puoi fare per risolvere questo problema?

Andiamo a vedere perché un’attività come lo yoga può aiutarti enormemente.

Perché fare yoga per lo stress?

perché fare yoga per lo stress

Lo yoga è una scienza vera e propria che da migliaia di anni aiuta chi lo pratica a vivere meglio.

Lo yoga fa molto bene per alleviare il mal di schiena, per ritrovare l’equilibrio fisico e mentale, per diventare più flessibili ed è anche un arma formidabile per combattere lo stress.

Infatti, grazie alla respirazione yogica ed a posizioni specifiche, lo yoga permette sia al corpo che alla mente di calmarsi e di conseguenza lo stress scompare.

Quando si pratica ci si concentra su tanti aspetti relativi alla respirazione: sulla completezza del respiro, sul suo rallentamento, ma anche sull’armonia tra inspirazione ed espirazione, che spesso si perde durante la quotidianità.

Ristabilendo questo equilibrio respiratorio e fare delle posizioni rilassanti, permettono alla mente di lasciare andare e dimenticare le cause che ti hanno portato ad essere stressato.

Di conseguenza ti senti notevolmente più rilassato.

Sei vuoi saperne di più su come lo yoga agisce sullo stress puoi leggere anche questo articolo dove viene approfondito questo argomento

Nei prossimi due paragrafi invece approfondirò i due aspetti dello yoga utili per combattere lo stress: la respirazione e le posizioni specifiche per questo problema.

Come eliminare lo stress: la respirazione yogica

respirazione contro lo stress

Lo yoga ci insegna che la respirazione, normalmente automatica, ha effetti profondi sulla mente e sul corpo e, se si respira consapevolmente, si ci si può rilassare ogni volta che si vuole.

Appena si inizia a fare yoga infatti, ci si rende subito conto di come il respiro può condizionare notevolmente l’umore e di come lo si può usare per modificare il proprio stato d’animo.

Quando si è stressati infatti, la prima cosa che cambia è il respiro, che diventa più corto e più rapido.

Non è vero?

Devi sapere che questo tipo anormale di respirazione non è solo una conseguenza dello stress, ma anche una causa. Lo stress squilibra la respirazione che provoca a sua volta altro stress, e così via.

E allora quale è la soluzione?

La soluzione sta nel lavorare sulla respirazione e riequilibrarla. Quando ti senti stressato fermati un attimo e inizia a respirare consapevolmente e profondamente. Se puoi apri il tappetino e siediti in Sukhasana, altrimenti va anche bene su una sedia, o dovunque ti trovi.

Non ha importanza se ti trovi a fare una fila oppure se ti trovi in mezzo al traffico. L’importante è lavorare sulla respirazione.

Quest’ultima dovrebbe avere le seguenti caratteristiche, che possono essere ricordate facilmente usando una parolina tratta dall’inglese (S.E.L.F.)

Lo so che con l’inglese non ci vai d’accordo, vero? 😉

In questo caso però, fai un piccolo sforzo per ricordarla perché ti sarà molto utile.

  • Soft and slow: morbida e lenta;respirazione corretta yoga
  • Easy and even: facile e regolare;
  • Long and lingering: lunga e continua
  • Full and free: profonda e libera

Quindi ogni volta che ti senti stressato:

  1. Prima di tutto porta l’attenzione sulla respirazione e noterai come questa sia leggermente irregolare;
  2. Successivamente respira consapevolmente e profondamente. Questa dovrebbe come spiegato nei punti precedenti. Memorizza l’acronimo SELF per ricordarti come dovrebbe essere la respirazione yogica.

Questo metodo non solo è facile da mettere in atto, ma è anche incredibilmente efficace.

Puoi usarlo ogni volta che ti senti stressato e soprattutto ovunque sei: in mezzo al traffico, al lavoro o in qualunque luogo dove non puoi metterti a fare le posizioni yoga, che invece andremo ad approfondire nel prossimo paragrafo.

Se invece vuoi approfondire la respirazione nello yoga, i suoi benefici e come si pratica puoi dare un occhiata anche a questo articolo.

Le migliori posizioni yoga antistress

Tutti gli asana portano numerosi effetti benefici al praticante, ma ci sono alcune posizioni che sono particolarmente raccomandate per per combattere lo stress.

Grazie a queste infatti, la mente è concentrata nell’esecuzione della posizione stessa e nel mantenere una respirazione corretta e così stress, ansia e qualsiasi tensione mentale pian piano scompare mentre si pratica.

Qui di seguito, non solo puoi trovare le migliori posizioni antistress, ma sono anche organizzate in modo da formare una magnifica sequenza da seguire e praticare ogni volta che ti senti particolarmente stressato.

Pronto a praticare?

Uttanasana, il piegamento in avanti in piedi

Uttanasana posizione per lo stressLa prima posizione che ti suggerisco di praticare per lo stress è Uttanasana, il piegamento in avanti in piedi. Questo asana è la base di tutti i piegamenti in avanti ed ha un profondo effetto calmante sulla mente.

Durante la sua esecuzione ricordati sempre che il piegamento deve avvenire a livello dei fianchi e non della vita. Per fare questo metti le mani ai fianchi e mantieni la schiena dritta sia quando ti pieghi in avanti che quando esci dalla posizione.

Adho Mukha Svanasana, il cane a testa in giù

Adho Mukha Svanasana per camare la menteUn’altra ottima posizione antistress è Adho Mukha Svanasana, il cane a testa in giù. Anche questa come la precedente è una leggera inversione e quindi ottima per rilassare la mente e per rallentare il battito cardiaco.

Mentre la esegui ricordati che il peso dovrebbe andare verso i talloni, le spalle dovrebbero essere larghe e lontane dalle orecchie, gli ischi più in alto possibile e le gambe dovrebbero essere distese.

Bhujangasana, la posizione del cobra

Bhujangasana per rilassarsiBhujangasana, la posizione del cobra, oltre ad alleviare molte tipologie di mal di schiena è ottima migliorare la respirazione e di conseguenza riduce anche lo stress.

In questo asana mantieni le spalle aperte e in basso. Cerca di far si che la curva sia uniforme in tutta la schiena perché spesso accade che si piega di più una parte della spina dorsale e meno un’altra. Inoltre non permettere che le mani facciano tutto il lavoro, ma aiutti anche con i muscoli posteriosi della schiena e con le gambe.

Pashimottanasana, il piegamento in avanti da seduti

Paschimottanasana yoga per lo stressPaschimottanasana, il piegamento in avanti da seduto, è molto simile a Uttanasana, solo che questo piegamento in avanti viene effettuato da seduti.

Anche qui, come spiegato precedentemente, è importante piegarsi in avanti con il bacino e non con la vita. Inoltre, mantieni i piedi attivi ed aiutati anche con gli addominali. Ricordati anche che l’allungamento è in avanti e non, come spesso accade, che si tende ad appoggiare la testa sulle ginocchia piegando la schiena, invece che allungarla in avanti.

Marjariasana, la posizione del gatto

posizione yoga del gatto per eliminare lo stressQuesto, più che una posizione, è un vero e proprio esercizio dinamico che prevede il passaggio tra due posizioni. Durante l’inspirazione si inarca la schiena verso l’indietro e si guarda in alto. Durante l’espirazione invece, si inarca la schiena in avanti e lo sguardo va sull’ombelico.

Durante l’esecuzione di questo esercizio ricordati di mantenere sempre le spalle aperte, di distribuire il peso esattamente tra le gambe e le braccia, di far partire il movimento dal bacino e soprattutto di lasciare che il respiro guidi il movimento, non il contrario.

Scopri di più su questo asana.

Balasana, la posizione del bambino

Balasana posizione yoga antistressBalasana, la posizione del bambino, è senza dubbio tra le più rilassanti della pratica e sicuramente mie preferite ;-). I suoi effetti calmanti sono veramente straordinari. Quando si pratica per qualche minuto tutto il corpo e la mente si rilassano incredibilmente.

Durante la sua esecuzione lascia cerca di respirare il più profondamente possibile dirigendo il respiro lungo la spina dorsale. In ogni inspirazione lascia che la colonna vertebrale si allunghi, mentre lascia andare tensione mentale e corporea, e rilassati il più possibile.

Savasana, la posizione del cadavere

Savasana rilassamento finaleSavasana, la posizione del cadavere, è la posizione più importante per effettuare il rilassamento. Questo asana viene praticato alla fine di una classe e serve per rilassare completamente sia il corpo che la mente. Inoltre qualsiasi forma di tensione e di stress scompare se viene eseguito correttamente.

Per far si che il rilassamento sia migliore, copriti con una coperta da yoga e spegni la luce, o mettiti qualcosa sopra gli occhi.

Soprattutto cerca di non saltare mai questa posizione alla fine della tua pratica.

Se vuoi approfondire le basi per fare qualsiasi asana nel modo corretto, puoi leggere anche questo articolo.


Conclusioni

Ora sicuramente avrai capito perché a volte lo stress è una risposta corporea positiva, ma se questo stato è quotidiano ha effetti negativi sulla salute. Grazie alla respirazione rilassante e ad alcune posizioni specifiche antistress, lo yoga ci offre una ottima soluzione per risolvere questo problema che prima o poi interessa tutti.

Prima di salutarti, se sei interessato ad approfondire questo argomento ti suggerisco alcuni libri sullo stress e sullo yoga che ho trovato particolarmente interessanti.

Per trovare invece altri libri sullo yoga in generale, puoi dare un occhiata a questa pagina dove ho recensito i migliori che ho letto finora.

Spero che questo articolo ti è stato utile per saperne di più sullo stress e su come lo yoga ti può aiutare quando ti senti stressato. Se lo è stato, condividilo sul tuo social preferito, potranno leggerlo anche i tuoi amici e per me è una grande ricompensa per il lavoro svolto.

Grazie e buona pratica antistress… 😉


Se ancora non hai fatto l’iscrizione alla newsletter di AtuttoYoga, ti invito a farlo. Riceverai ogni nuovo articolo direttamente nella tua email personale ed inoltre potrai anche avere accesso alle risorse gratuite riservate agli iscritti. Clicca qui per iscriverti.

*Immagini tratte da Google Immagini

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.