Nettalingua: come e perché usare il pulisci lingua dell’ayurveda 4.25/5 (4)

Sai che per una perfetta igiene orale non basta semplicemente lavarsi i denti più volte al giorno?

E’ anche importantissimo lavarsi la lingua perché è proprio in questa zona che durante la notte si accumulano numerosi batteri e, se non viene pulita correttamente e costantemente, questi possono causare vari disturbi.

Grazie al nettalingua, anche detto pulisci lingua, puoi pulirla in soli 5 minuti migliorando così tutta la salute della bocca e non solo.

In questo articolo scoprirai che cosa è il nettalingua, perché è importante prendersi cura della lingua, come si usa, le varie tipologie in commercio ed i benefici che sperimenterai se prenderai l’abitudine di usarlo quotidianamente.

Buona lettura e buona lavata di lingua… 😉


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora alla newsletter


Che cos’è il nettalingua ayurvedico

nettalingua ayurvedico

Il nettalingua è un strumento, una sorta di raschietto, grazie al quale si può pulire la lingua in maniera accurata e veloce.

Come già visto in passato per la lota, che serve per la pratica del jala neti kriya, anche in questo caso per trovare le origini del pulisci lingua bisogna andare in India.

Infatti il nettalingua è uno strumento ayurvedico appunto usato per la pulizia orale.

Secondo l’ayurveda la corretta igiene orale va oltre il semplice fatto di lavarsi i denti 3 volte al giorno ed usare il filo interdentale.

Infatti la salute delle gengive, della mucosa e della lingua viene spesso trascurata.

Per questa scienza derivante dalla filosofia del Samkhya, l’igiene della bocca è importantissima e, se non ti prendi cura di quello che è l’inizio dell’apparato digerente, potresti andare in contro a vari disturbi.

Nella charaka samita, l’enciclopedia dell’ayurveda, viene consigliata infatti non solo la pulizia dei denti quotidianamente ma anche quella della lingua.

Se vuoi saperne di più sull’ayurveda ti consiglio di leggere anche questo articolo sui 5 elementi oppure RiequilibrioElementare, la guida pratica per riequilibrare riequilibrare i 5 elementi con lo yoga.


La lingua come specchio della salute

salute della lingua

La lingua è costituita da muscoli rivestiti da mucosa, dove ci sono le papille gustative, ed è un organo riccamente vascolarizzato.

In occidente solitamente la consideriamo solo per assaporare il cibo, ma in oriente la tradizione ayurvedica la considera importantissima perché è un’estensione dello stomaco e per questo motivo può essere usata come specchio della salute.

I dottori ayurvedici infatti la usano per capire si ci sono problemi specifici perché il colore e l’aspetto possono darci informazioni preziose sul nostro corpo.

Nella lingua ci sono migliaia di terminazioni nervose ed ogni parte è associata a delle zone del corpo specifiche:

  • La parte centrale rappresenta tutto l’apparato gastrointestinale: faringe, esofago, stomaco, duodeno, colon, retto, milza, pancreas e fegato.
  • La radice della lingua corrisponde all’apparato riproduttivo, ai reni e alla vescica.
  • La punta corrisponde al cuore
  • Il margine invece rappresenta il fegato.

Quando la lingua è liscia, senza spacchi, flessibile, di colore roseo e si mantiene umida significa che sia la bocca che l’apparato gastrointestinale sono in buona salute.

A volte però sulla lingua si trova uno strato biancastro che andrebbe tolto.

Non preoccuparti però, non è niente di grave 😉 .

Questo è causato dall’igiene della bocca e per eliminarlo basta semplicemente utilizzare il nettalingua.

Andiamo ora a scoprire perché è importante pulirsi la lingua quotidianamente.


Perché pulirsi la lingua è importante

perché pulirsi la lingua

Forse non lo sai ma l’alitosi, un problema molto diffuso, nella maggior parte dei casi dipende da un pulizia della bocca non adeguata.

Tutti si lavano i denti ma pochi si lavano la lingua.

Sulla lingua infatti durante la giornate, ed in particolare durante la notte, si forma quella che è chiamata microflora.

Questa è la stessa che si forma nelle gengive, nelle tasche gengivali e nel resto della bocca, ed è responsabile della produzione di composti e sostanze che causano la tanto fastidiosa alitosi.

Proprio per questi motivi lavarsi i denti non basta per combattere l’alito cattivo ma la pulizia dovrebbe coinvolgere tutta la bocca.

Inoltre bisogna considerare un altro fattore non meno importante.

Hai presente quella patina di colore biancastro che a volte si forma sulla lingua?

E’ costituita da una patina batterica e da varie sostanze nocive che, se non vengono rimosse, rimangono nella bocca e vengono deglutite che nel lungo termine possono provocare l’insorgenza di infiammazioni o altri problemi che riguardano soprattutto l’apparato digestivo.

Altri benefici indiretti del pulirsi la lingua sono i seguenti:

  • C’è una minore formazione di placca dentale
  • Favorisce la produzione di saliva
  • La salute delle gengive migliora
  • La riduzione dei batteri sulla lingua limita anche la formazione delle carie
  • La percezione del gusto migliora

Non pensavi che un gesto così semplice abbia così tanti benefici, vero?

Ad essere sincero, io neanche ci credevo quando per la prima volta un insegnante di yoga mi parlò di quello che allora chiamai “raschietto indiano” :-D, ma dopo aver preso l’abitudine di lavarmi quotidianamente la lingua ti posso confermare che la mia bocca è come nuova. 😉

Ora che sai che cos’è il nettalingua e perché è importante pulirsi bene la lingua tutte le mattine, andiamo a vedere come usarlo.

Leggi anche perché è importante effettuare il lavaggio nasale quotidianamente.


Come si usa il nettalingua

come si usa il nettalingua

Usare il pulisci lingua è veramente un gioco da ragazzi.

Ecco come farlo:

  1. Mettiti sopra un lavandino,  possibilmente davanti ad uno specchio.
  2. Afferra il tuo nettalingua correttamente, cioè con le due mani nelle due estremità se hai il modello ayurvedico oppure con una se hai quello in plastica. (Vedi il prossimo paragrafo per vedere le varie tipologie di pulisci lingua che esistono)
  3. Apri la bocca, tira fuori la lingua e fallo scorrere  sulla superficie per tutta la sua lunghezza. E’ preferibile farlo dalla parte più interna verso quella più esterna.
  4. Una volta che nel pulisci lingua si è formato un aggregato della patina bianca sciacqualo sotto l’acqua corrente.
  5. Ripeti questo ciclo più volte fino a che non scomparsa la patina batterica non è scomparsa del tutto e la lingua non è del suo colore naturale.
  6. Una volta che hai concluso la pulizia sciacqualo, asciugalo e mettilo in un posto asciutto e pulito.

Molto semplice, vero?

Sia adulti che bambini possono usare questo favoloso strumento ayurvedico.

Si consiglia di effettuare la pulizia della lingua una volta al giorno di mattina appena sveglio, prima di immettere qualsiasi alimento nello stomaco, ma se preferisci puoi anche farla a fine di ogni pasto ogni volta che ti lavi i denti.

C’è solo una controindicazione.

Se hai un taglio sulla lingua, o delle vesciche, evita di eseguire questo tipo di pulizia fino a che il taglio non si sia rimarginato e le vesciche siano scomparse.


Quanto costa, dove si compra e le varie tipologie di nettalingua in commercio

le varie tipologie di pulisci lingua

Uno delle cose più belle in assoluto di questo strumento è il costo 😉 , infatti è veramente ridicolo.

Con meno di 10 euro di solito puoi trovare un pulisci lingua professionale e lo puoi trovare direttamente su internet.

In commercio se ne possono trovare fatti di rame, in plastica o anche in acciaio inox.

nettalingua in rameI nettalingua di rame sono quelli consigliati dall’ayurveda perché questo metallo ha delle incredibili proprietà betteriostatiche, cioè inibisce la formazione di batteri. Inoltre il rame non si corrode ed è anche chimicamente poco reattivo. Tutte queste caratteristiche lo rendono adatto per essere usato per l’igiene orale.

Scopri i modelli in rame su Amazon

 

pulisci lingua in acciaioI nettalingua in acciaio inox sono meno comuni rispetto ai quelli in rame ma comunque sono una valida alternativa. Nella foto accanto puoi vedere un esempio.

Scopri i modelli in acciaio inox su Amazon

 

nettalingua in plasticaNegli ultimi anni però sono stati creati dei pulisci lingua in plastica che sono leggermente diversi da quelli tradizionali dell’ayurveda e che assomigliano a dei classici spazzolini da denti. Quello che vedi nella figura accanto è un esempio.

A dire la verità non ho mai provato il nettalingua in plastica perché mi sono trovato benissimo con quello in rame ma molte persone mi hanno detto che è molto comodo.

Scopri i modelli in plastica su Amazon


Conclusioni

Come hai potuto imparare da questo articolo, la salute della bocca è importantissima e pulire la lingua con il nettalingua è un semplice gesto che fa benissimo.

Però, come lo yoga insegna, è il piccolo gesto fatto costantemente che dona grandi benefici, perciò è importante farlo tutti i giorni. Basterebbe la mattina appena sveglio, ma se preferisci puoi anche farlo ogni volta che ti lavi i denti.

Se è un abitudine che ancora non hai, ti consiglio di andare su Amazon ora, ordinare il tuo pulisci lingua e di iniziare a usarlo domani stesso.

Fallo per qualche settimana e poi nei commenti fammi sapere come sta la tua bocca.


Se questo articolo ti è piaciuto e ti è stato utile ti invito a condividerlo nel tuo social network preferito tramite i pulsanti di seguito, in questo modo lo potranno leggere anche i tuoi amici e sarà utile anche a loro.

Grazie e namaste! 😀


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora alla newsletter

*Immagini da Bigstock

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?