Psoas (ileopsoas), il muscolo dell’anima 5/5 (10)

Tutti conoscono i muscoli bicipiti, i tricipiti, gli addominali ma sono sicuro che non tutti conoscono lo psoas.

Vero?

Se fai parte di quella cerchia di persone che ancora non conoscono questo muscolo, devi sapere che è importantissimo per la salute sia perché molte forme di mal di schiena dipendono da quest’ultimo sia perché incide moltissimo sullo stress, sull’ansia e sulla paura, infatti è chiamato anche muscolo dell’anima.

Se vuoi saperne di più sullo psoas, preparati una tisana, mettiti comodo e leggi fino in fondo questo articolo.

Scoprirai perché questo muscolo è così importante, la sua funzione, i problemi che possono insorgere se non è in salute e come fare per riequilibrarlo con delle semplici posizioni yoga.

Buona lettura e buona scoperta dello psoas…. 😉


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora alla newsletter


Psoas o Ileopsoas? Un po’ di anatomia…

Ileopsoas e psoas

Psoas e ileopsoas sono due termini che attualmente vengono usati per indicare lo stesso muscolo biarticolare.

Anche se spesso si parla solamente di psoas è importante sapere che questo termine si intende la combinazione di due grandi muscoli lo psoas maggiore e l’iliaco che insieme vengono definiti più propiamente ileopsoas.

  • Lo psoas maggiore (A) origina dai processi trasversi delle vertebre lombari e si inserisce sul trocantere del femore.
  • L’iliaco (B) invece origina dalla parte interna della cresca iliaca e da gran parte della fossa iliaca ma la sua inserzione è la stessa.

Quindi sono due muscoli che hanno un origine diversa ma si combinano per formare un tendine che si inserisce all’interno del femore prossimale sul troncatere.

Le funzioni principali di questo muscolo biarticolare sono:

  • La flessione del busto in avanti verso il femore se la gamba è a terra
  • Se la gamba invece è libera di muoversi adduce e ruota esternamente il femore

Ho fatto una ricerca approfondita ed ho trovato questi due video che sicuramente ti saranno utili per capire meglio l’anatomia ed il funzionamento dello psoas.

Nel seguente video si parla dell’ileopsoas solo nella prima parte. Nel resto del video invece sono spiegati altri muscoli dell’anca.

Ora andiamo a vedere perché questo muscolo è così importante per il nostro benesssere…


L’importanza dello psoas per la salute della schiena

psoas e mal di schiena

Nel paragrafo precedente abbiamo visto le funzioni specifiche di questo muscolo ma più in generale è importantissimo per il mantenimento di una postura corretta.

Lo psoas si inizia ad attivare durante l’infanzia quando iniziamo a stare seduti, ad alzarci in piedi e apprendiamo a camminare. Dopo la sua prima attivazione cominciamo ad usare quotidianamente questo muscolo perché ci serve ogni volta che siamo manteniamo una postura eretta.

Con il passare del tempo però ne perdiamo la consapevolezza ed è anche normale.

Immagina di stare a pensarci ogni volta che cammini!

Questo però può portare a vari problemi. Con la perdita della consapevolezza dello psoas infatti accade che non ci rendiamo più conto neanche se ci sono degli squilibri a livello lombare e così accade che insorge il tanto fastidioso mal di schiena.

Numerosi studi, come ad esempio questo, confermano che molti tipi di dolori lombari, e non solo, sono spesso causati da uno squilibrio a livello dell’ileopsoas:

  • Una contrazione perenne di questo muscolo causa il mantenimento costante del bacino anteroverso e può portare alla iperlordosi
  • Un rilassamento eccessivo causa il problema opposto, cioè la retroversione del bacino e che può portare invece alla ipercifosi
  • Quando invece c’è uno squilibrio tra i due lati da una parte del corpo lo psoas è più contratto/rilassato rispetto all’altra, si può andare in contro alla scoliosi.

Tutto questo succede a causa dell’inconsapevolezza e della debolezza di questa zona del corpo, così accade che un piccolo squilibrio diventa sempre più grande trasformandosi in un problema serio.

Il muscolo psoas è anche correlato ad altri disturbi come ad esempio lo stress, l’ansia e la paura, infatti è anche chiamato il muscolo dell’anima.

Andiamo a scoprire il perché…

Se vuoi approfondire il mal di schiena ti consiglio di leggere anche i seguenti articoli:


Il muscolo dell’anima

il muscolo dell'anima

Probabilmente avrai sentito dire che lo psoas è definito il muscolo dell’anima.

Ma perchè questo nome?

Secondo varie filosofie indiane è chiamato in questo modo perché su questo muscolo spesso si somatizzano lo stress, l’ansia, la paura ed altre emozioni.

Quando è fuori equilibrio infatti limita il libero flusso di energia dalle gambe alla zona lombare e viceversa e questo può portare a vari problemi emotivi.

Liz Kocknel, suo testo Il libro dello Psoas, spiega che in questo muscolo è racchiuso il nostro istinto alla sopravvivenza infatti si attiva solitamente quando ci troviamo in una situazione di stress e ci prepariamo a correre.

In una situazione di pericolo tutto questo va a nostro vantaggio, ma nella vita quotidiana non siamo mai in “vero pericolo” e così si trasforma in un vero e proprio svantaggio.

Nella società attuale infatti siamo costantemente di fretta, preoccupati, stressati ed in competizione, così lo psoas è spesso contratto.

Questa contrazione perenne manda al sistema nervoso segnali di stress, così le paure e le ansie si intensificano.

Un altro aspetto spesso trascurato ma secondo me molto importante è che c’è una stretta relazione tra diaframma e l’ileopsoas. Quando quest’ultimo è contratto, non permette una respirazione diaframmatica corretta mentre quando è rilassato anche il diaframma funziona meglio e così la respirazione generale ne trae beneficio.

Quando accade che il muscolo dell’anima è fuori equilibrio è importante rendersene conto e cercare di trovare una valida soluzione. Lo yoga con tutte le sue posizioni permette sia di rilassare ma anche di rafforzare questo muscolo così importante.

Andiamo a vedere come riequilibrarlo grazie allo yoga…

Se vuoi approfondire gli argomenti trattati in questo paragrafo ti consiglio di leggere anche:


Ileopsoas in forma grazie allo yoga: ecco come

Lo yoga, con tutte le sue posizioni, è uno dei molti modi per risvegliare lo psoas e riequilibrarlo.

Non solo possiamo lavorarci, ma nella pratica dello yoga è tra i muscoli più importanti perché è coinvolto in molte categorie di posizioni.

La sue funzioni principali negli asana sono:

  • flettere il busto verso le gambe se lavoriamo a catena chiusa, cioè attiviamo il muscolo  dalla sua origine
  • sollevare e portare le gambe verso il busto se invece lavoriamo a catena aperta, cioè muoviamo dalla sua inserzione

Per far si che i muscoli del corpo siano in salute è opportuno che ci sia un equilibrio tra contrazione e rilassamento e quindi dobbiamo sia rafforzare che allungare questo muscolo.

Leggi anche: Allungamento muscolare: super flessibili praticando yoga

Alla scoperta dello psoas…

dove si trova l'ileopsoas

Tratta da EasyYoga

Prima di andare a rafforzarlo ed allungarlo è opportuno sentire questo muscolo che per molti è sconosciuto.

Andiamo a sentirlo:

  1. Siediti in Dandasana, la posizione del bastone, mantenendo il busto perpendicolare a terra
  2. Metti le mani sull’addome circa 5 dita più in basso dell’ombelico
  3. Mantenendo l’addome morbido premi le dita delle mani verso verso l’interno.
  4. A questo punto solleva leggermente una gamba alla volta in modo alternato e dovresti sentire l’attivazione di un muscolo in profondità nell’addome. Quello che stai sentendo è lo psoas.

Non l’avevi mi sentito vero?

Non è facile a dire la verità esserne consapevole perché è un muscolo molto profondo.

Ora però che l’hai sentito andiamo prima a rafforzarlo e poi ad allungarlo.

Rafforzamento

rafforzamento psoas

Tratta da YogAsana

L’esercizio che ti consiglio di fare per rafforzare lo psoas è la posizione della barca, navasana, che puoi vedere nell’immagine accanto.

La versione più intensa della posizione sarebbe con le gambe distese ma è molto faticosa, perciò ti consiglio di iniziare a fare la versione con le ginocchia piegate. Inizia mantenendola per 3 respiri, poi 5 per poi aumentare.

L’importante non è quanto tempo la mantieni ma che lo fai respirando profondamente. E’ una posizione molto intensa e perciò si tende a bloccare il respiro. Evita questo e cerca di mantenere una respirazione lunga, lenta, profonda e regolare.

Ora andiamo a vedere come allungarlo…

Stretching

Stretching psoasPer allungare questo muscolo invece ti consiglio una posizione che è molto praticata nelle classi di yoga perché fa parte della sequenza del saluto al sole classico, si chiama Ashwa Sanchalanasana, la posizione equestre (conosciuta anche come l’affondo basso). La puoi vedere nella foto accanto.

Ecco come farla:

  1. Da Adho Mukha Svanasana porta il piede destro tra le mani ed il dorso del piede sinistro a terra
  2. A questo punto cerca di portare il bacino verso terra ed in questo modo allungherai lo psoas della gamba posteriore.
  3. Rimani in questa posizioni per 10/20 respiri completi e cerca di rilassare la zona che stai allungando usando la respirazione.
  4. Infine ritorna nel cane a testa in già ed esegui la stessa posizione dall’altro lato.

PS: Il guardare in alto non è importante in questo caso perché dovresti focalizzare la tua attenzione sul bacino e non sul collo, quindi puoi benissimo non farlo.

Se eseguirai costantemente questi due esercizi, o comunque altre posizioni yoga simili, il tuo psoas pian piano si riequilibrerà ed eventuali tensioni in questa zona scompariranno.

E’ importante che la pratica sia fatta con costanza. Senza di questa gli incredibili benedici dello yoga difficilmente potranno essere visti.

Se hai iniziato a fare yoga da poco tempo oppure hai intenzione di cominciare di consiglio di dare un’occhiata a EasyYoga, la guida per iniziare a praticare yoga in modo semplice ed efficace.

Scopri di più su EasyYoga

Se invece già pratichi yoga da tempo e vorresti approfondire gli asana, i loro benefici, le varianti semplificate e gli allineamenti più importanti, dai un’occhiata a YogAsana, la guida alle posizioni base dello yoga.

Scopri di più su YogAsana


Conclusioni

Se prima di leggere questo articolo non conoscevi il muscolo dell’anima, ora sai dove si trova, la sua funzione e come riequilibrarlo.

Come hai potuto capire, l’ileopsoas, conosciuto anche con psoas, è un muscolo importantissimo sia per il mantenimento di una postura corretta e se è fuori equilibrio può causare problemi molto fastidiosi.

Non solo.

Spesso l’ansia, lo stress e la paura possono dipendere proprio da questo muscolo ed è importante prendersene cura costantemente.

PS: Se vuoi saperne di più su questo muscolo ti consiglio di leggere Il libro dello Psoas, se invece vuoi approfondire l’anatomia coinvolta nelle posizioni yoga ti consiglio di leggere I muscoli chiave dello yoga.


Se questo articolo ti è piaciuto e ti è stato utile ti invito a condividerlo nel tuo social network preferito tramite i pulsanti di seguito, in questo modo lo potranno leggere anche i tuoi amici e sarà utile anche a loro.

Grazie e namaste! 😀


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora alla newsletter

*Immagini tratte da Bigstock e video da Youtube

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?