Cambio di stagione: come disintossicarsi e depurare il corpo con lo yoga e l’alimentazione 4.61/5 (18)

Il cambio di stagione è un momento molto particolare per il nostro corpo, il quale si trova ad affrontare dei cambiamenti repentini che lo mettono a dura prova.

La maggior parte delle persone, soffre di una forma che potremmo definire “intorpidimento” e senso di stanchezza cronica.

C’è chi non se ne rende conto, o meglio, preso dai propri impegni quotidiani non ci fa troppo caso ma è un ciclo naturale e avviene in ogni essere vivente.

In questo articolo scoprirai come disintossicare il tuo organismo dalle scorie dell’inverno seguendo la pratica di hatha yoga e semplici regole per la giusta alimentazione.

In conclusione ti parlerò anche di una bevanda naturale dalle incredibili proprietà depuranti

Mettiti comodo e buona lettura!


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora!


Perché è importante disintossicarsi e depurare il corpo durante i cambi di stagione

disintossicarsi durante cambio di stagione

Se anche tu sei una persona attiva che però negli ultimi tempi si sente stanca e spossata non temere… è la primavera!

Durante i cambi di stagione avvengono dei cambiamenti climatici che hanno un forte impatto su di noi e non possiamo trascurarli.

L’avrai già sentito dire in tutte le salse. La natura si risveglia, la temperatura si alza e le giornate si allungano.

E come mai allora ti senti stanco?

C’è una spiegazione scientifica!

La stanchezza è una conseguenza che ti porti dietro da questo inverno, originata precisamente dalle tossine autoprodotte dal tuo corpo.

Quest’ultime si sono accumulate durante la stagione fredda, per via del rallentamento dei processi fisiologici, per semplificare: è come se il tuo organismo fosse andato in “letargo” e gli organi addetti all’eliminazione delle sostanze tossiche non abbiano lavorato al 100%.

Con l’arrivo della primavera, subisci un “risveglio naturale” proprio come gli animali ma ecco che le tossine a questo punto sono di troppo e possono provocare diversi disturbi.

E’ per questa ragione che è di fondamentale importanza ripulire e disintossicare gli organi coinvolti.

Quali sono gli organi interessati?

Sono quelli “centrali” del corpo, che corrispondo soprattutto al secondo, terzo e quarto chakra.

I principali organi chiamati in causa sono: stomaco, fegato, pancreas, intestino tenue, intestino crasso, reni e colon. Per riattivarli a pieno è necessario seguire un percorso di depurazione nel periodo di cambio climatico.

Tutte le medicine tradizionali, sia orientali che occidentali, pongono il processo di depurazione dell’organismo come base indispensabile per il mantenimento di una buona salute psicofisica dell’individuo.

Da cosa puoi iniziare?

Dallo yoga naturalmente!

Se vuoi saperne di più sui vari tipi di stanchezza e come puoi fare per combatterli efficacemente puoi leggere anche questo articolo: Stanchezza fisica, mentale e cronica: come combatterla con lo yoga


Posizioni yoga per purificare l’organismo

posizioni yoga per disintossicarsi

Come ben sai, lo yoga ci mette a disposizione un’infinita gamma di posizioni per il benessere di corpo e mente.

Per quanto riguarda però la depurazione stagionale specifica dell’apparato gastrointestinale ho selezionato una mini sequenza di posizioni.

Tale sequenza è pensata anche per i principianti e non richiede molto tempo, puoi effettuarla a casa in qualsiasi momento della giornata anche se è consigliabile eseguirla al mattino appena sveglio, prima di colazione.

Meglio sempre dopo qualche esercizio di riscaldamento come il saluto al sole o i 5 riti tibetani.

Se non è tanto tempo che pratichi yoga e vuoi saperne di più su come riscaldare correttamente il corpo grazie ai 5 riti tibetani ti consiglio di leggere anche questo articolo: I 5 tibetani: il segreto dell’eterna giovinezza dei monaci tibetani


A) Ardha Matsyandrasana

Questa posizione è una variante semplificata della classica Matsyandrasana e come tutte le torsioni  ha un ottimo effetto purificatore e detossificante per il corpo.

E’ sicuramente tra le torsioni più praticate nelle classi di yoga sia per i suoi numerosi benefici sia perché è alla portata di tutti.

Ecco come eseguirla:

  1. ardha matsyandrasana per cambio di stagione

    Tratta da EasyYoga, la guida per iniziare yoga

    Inizia seduto/a in Dandasana con la schiena ben diritta e le gambe distese frontalmente.

  2. Piega entrambe le ginocchia e appoggia le piante dei piedi sul tappetino.
  3. Prima porta l’esterno della gamba sinistra sul pavimento e poi ruotandola internamente falla passare sotto a quella destra. A questo punto il piede sinistro dovrebbe essere accanto al gluteo destro ed il ginocchio davanti al bacino. In questa posizione entrambi i glutei dovrebbero essere appoggiati a terra.
  4. Ora solleva il piede destro e portalo oltre il ginocchio sinistro.
  5. A questo punto, inspirando, solleva il braccio sinistro e, espirando, ruota il busto verso destra. Il braccio sinistro dovrebbe oltrepassare il ginocchio destro e la mano dovrebbe arrivare ad appoggiarsi sul ginocchio sinistro a terra. La mano destra rimane
    in appoggio sul pavimento e aiuta ad approfondire la torsione.
  6. Solo alla fine, gira la testa verso destra e guarda oltre la spalla. Se
    girare la testa ti da fastidio puoi anche guardare in avanti.
  7. Ad ogni inspirazione ti dovresti allungare verso l’alto e ad ogni espirazione approfondire leggermente la torsione, sempre con delicatezza e senza forzare.
  8. Rimani nella posizione per alcuni respiri profondi (consiglio minimo 10 respiri completi) e poi lentamente torna in Dandasana.
  9. Infine esegui la posizione dall’altro lato.

B) Balasana

Bala significa bambino perciò Balasanala posizione del bambino ed è chiamata così in quanto il corpo assume una postura che ricorda quella fetale.

E’ una posizione grazie alla quale puoi riuscire a rilassarti completamente in pochissimo tempo, perciò è davvero molto utile per eliminare lo stress e la fatica accumulata in ogni periodo dell’anno ma ancora più efficiente durante i cambiamenti di stagione.

balasana per disintossicarsi

Tratta da EasyYoga, la guida per iniziare yoga

Ecco come praticarla:

  1. Innanzitutto, per assumere Balasana, comincia mettendo le ginocchia a terra e il bacino sopra di esse, le mani sul tappetino alla larghezza delle spalle e queste ultime in linea con i palmi. Gli alluci dovrebbero essere uniti.
  2. A questo punto sposta il peso dei fianchi indietro e arriva a sederti con i glutei sui talloni.
  3. Le braccia possono essere in due posizioni:
    1. Lungo il corpo, ed in questo caso i palmi sono rivolti verso
      l’alto.
    2. Oppure puoi lasciarle distese in avanti, mentre in questo
      caso i palmi delle mani sono rivolti verso il tappetino. Questa variante è conosciuta come Dharmikasana, la posizione della devozione.
  4. Anche le ginocchia le puoi tenere:
    1. Unite.
    2. Oppure divaricate quanto la larghezza del tappetino.
  5. A questo punto, lascia andare in avanti anche tutto il busto e lascia che la fronte tocchi terra. Se quest’ultima non tocca il tappetino, arriva fino a dove puoi e respira profondamente, l’importante è che il collo sia completamente rilassato
  6. Cerca di concentrarti sulla parte posteriore del corpo e lascia che ogni tensione a livello delle spalle, della schiena, del collo e delle braccia, scompaia lentamente utilizzando la respirazione yogica.
  7. Ora chiudi gli occhi, rilassati completamente e mantieni la posizione del bambino tanto quanto ne hai bisogno. Solitamente si mantiene per qualche minuto, il tempo necessario per rilassarsi.
  8. Per uscire da questo asana spingi con le mani a terra e risolleva il busto, rimanendo in ginocchio con i glutei appoggiati sui talloni in Vajrasana. Infine distendi le gambe frontalmente e ritorna in Dandasana.

C) Apanasana

Questa posizione è tra le più praticate nelle classi di yoga perché è molto rilassante ed è molto benefica.

Apana in sanscrito significa forza vitale verso il basso e si riferisce all’apana vayu, l’energia del basso addome che controlla tutto ciò che esce dal corpo e regola processi come l’eliminazione dei gas, dell’aria, delle feci e delle urine.

Quando una stagione cambia questa energia può essere usata per favorire i processi naturali del corpo di purificazione.

Ecco come fare questa posizione:

  1. posizione Apanasana per purificare l'organismo

    Tratta da EasyYoga, la guida per iniziare yoga

    Distenditi con la schiena a terra, con le gambe distese e con le braccia lungo il corpo.

  2. Espirando porta le ginocchia al petto e abbracciale unendo le mani sopra di esse. Le ginocchia dovrebbero essere unite.
  3. Rilassa la schiena cercando di appoggiare a terra anche la fascia lombo-sacrale e rilassa le spalle in modo che si aprano.
  4. Respirando profondamente mantieni la posizione e cerca di allungare gradualmente la spina dorsale. Gradualmente l’osso sacro e il coccige dovrebbero scendere verso il pavimento.
  5. Infine espirando esci dalla posizione tornando ad allungare le gambe come nel punto uno.

In passato ho scritto una guida premium YogAsana in cui ho spiegato tutti i principi per fare qualsiasi asana correttamente e dove ho descritto accuratamente i benefici, gli allineamenti, le varianti semplificate e molto altro ancora su tutte le posizioni base dello yoga. Se vuoi approfondire questi aspetti della pratica dagli un’occhiata.

Scopri YogAsana


Come depurarsi grazie all’alimentazione

come depurarsi con l'alimentazione

Per depurare il corpo è di fondamentale importanza la cura dell’alimentazione. Ho la convinzione che tutto lo yoga del mondo non basterà a rigenerare il tuo organismo se non fai attenzione a ciò che mangi!

Sì lo so’, non ti dico nulla di nuovo!

Spesso però mi capita di parlare con gente convinta che seguire una dieta sana e priva di “schifezze” equivalga ad una forma di tortura, una scelta autopunitiva in cui rinunciare al gusto ed al piacere del cibo.

Innanzi tutto non è così! A mio parere è scorretto pensare che mangiare “sano” corrisponda a mangiare “insapore”.

E quando dico che preferisco mangiare in bianco, ovvero scondito, le presone spesso mi chiedono:

Perché? Hai forse qualche allergia? 

No!

Il fatto che siamo nati nell’era del consumismo e che grosse catene di fast food siano prese d’assalto e venerate, non significa che sia una cosa buona mangiare cibi elaborati, fritti, stra-riscaldati e soprattutto in modo frettoloso… anzi!

Quindi io ti domando:

Sei sicuro che ciò che vedi come “gustoso e succulento” lo sia altrettanto per il tuo organismo?

Di seguito ti propongo alcune semplicissime regole alimentari da seguire con rigore nei periodi di cambio di stagione (primavera/estate e autunno/inverno).

Ovviamente se riesci ad essere ligio anche durante il resto dell’anno ne trarrai un grande vantaggio, ed è probabile che ti scorderai di acquistare le medicine…

Ecco cosa puoi mangiare per depurarti:


1 – Frutta e verdura fresche a volontà

frutta e verdura per purificarsi Sono alimenti naturali che ripuliscono il sangue da scorie, proprio a questo scopo è preferibile mangiarli crudi.

E mi raccomando, prima di mangiarli lavali sempre con attenzione!

Naturalmente è importante che siano di stagione.

Anche se andando al supermercato spesso possiamo trovare qualsiasi alimento è importante che i cibi siano di stagione.

Questi infatti contengono tutti nutrienti che permettono al corpo di affrontare al meglio il periodo in corso e aiutano moltissimo a far si che l’organismo si adatti molto più rapidamente ai cambiamenti climatici.


2 – Cibi naturali e semplici

cibi naturali per disintossicarsiGli alimenti grezzi come il latte, le uova, il burro, l’olio sono enormemente più sani da soli che mescolati tra loro in vari intrugli.

Per quanto riguarda lo zucchero, molto meglio quello grezzo di canna rispetto a quello raffinato poiché conserva i sali minerali.

Quando devi scegliere un alimento fatti sempre questa domanda:

E’ naturale o è stato modificato industrialmente?

Ricorda che più un alimento è naturale e meglio fa all’organismo. Più ha subito dei processi di trasformazione e meno nutrienti avrà.


3- Evita i condimenti

evitare i condimentiSe condisci l’insalata con olio e aceto non c’è nulla di male ma se riempi il sandwich di maionese salsa rosa e ketchup… allora il male c’è!

Le pietanze molto condite sono una sfida per la digestione, che risulterà rallentata, si creano così molte più tossine nel corpo di quanto dovrebbero.

Cerca quindi di applicare la moderazione nel condire gli alimenti, il tuo corpo ti ringrazierà.


4 – Pratica il digiuno

praticare digiuno durante cambio di stagioneUna giornata al mese, sarebbe bene digiunare completamente per lasciar riposare stomaco e intestino.

E’ consentito bere quanti liquidi si vuole e soprattutto si consigliano i succhi d’arancia e limone.

Il digiuno è una pratica naturale che viene messa in atto dai bambini e dagli animali quando non sentono il bisogno di mangiare.

Spesso invece noi adulti crediamo di dover mangiare per forza, anche se non abbiamo appetito.

Il digiuno mensile per esempio è una delle abitudini più importanti dei monaci tibetani che sono conosciuti in tutto il mondo per la loro longevità.

A proposito di digiuno curativo…


Il succo di Breuss

succo di breuss per purificarsi

Oltre alla pratica dello yoga e della dieta descritta, un ulteriore aiuto ci arriva dalla naturopatia.

Se soffri di intestino irritabile, colite, stitichezza cronica o occasionale, problemi di digestione ecc. dovresti provare il succo di Breuss di verdure dell’entroterra.

Se ne parla troppo poco di questo prodotto, che ha incredibili proprietà purificanti oltre a fornire la giusta dose di sostanze vitali di cui il corpo necessita.

La miscela originale è ideata dal Dr. Breuss, un noto naturopata austriaco del secolo scorso, che concentrò i sui studi sulla digiunoterapia.

Questo succo infatti permette di sostenere un digiuno depurativo o curativo (in caso di malattie cancerose) fino a sei settimane.

Io invece consiglio prima di tutto di mangiare tre pasti al giorno e in aggiunta di assumere questo succo la sera prima di coricarti: questo per una settimana tutti i giorni per poi diminuire a due volte la settimana fin quando il disturbo non sarà scomparso.

Ma da cosa è composto questo succo?

E’ a base di verdure biologiche, raccolte e spremute ancora fresche, le principali sono: barbabietola, carote, sedano, patate e rafano.

Una corretta depurazione deve durare almeno 40 giorni, che è il tempo necessario all’organismo per ripulirsi completamente.

Dove si trova?

In erboristeria, in farmacia e anche online cliccando sul pulsante di seguito.

Succo Breuss - Succo di Verdure
Prodotto secondo la ricetta originale di Rudolf Breuss

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

€ 4.24

Conclusioni

In questo articolo ti ho parlato degli effetti del cambio di stagione sul corpo umano ed in particolare sull’importanza della depurazione dell’organismo a livello gastrointestinale.

Ho cercato di descriverti dettagliatamente le pratiche yoga che puoi provare da subito, le regole della dieta alimentare da seguire e la composizione e gli effetti del succo di Breuss.

Come sempre spero che la lettura sia stata di tuo gradimento.

Adesso… non ti resta che depurarti!

Aspetto i tuoi commenti!


Se questo articolo ti è piaciuto e ti è stato utile ti invito a condividerlo nel tuo social network preferito tramite i pulsanti di seguito, in questo modo lo potranno leggere anche i tuoi amici e sarà utile anche a loro.

Grazie e namaste! 😀


  • Se ancora non l’hai fatto ti invito a iscriverti gratuitamente alla newsletter del blog e ad unirti alle migliaia di persone che già fanno parte della community. Riceverai gli estratti delle guide, avrai accesso alle risorse finora inviate agli iscritti,  alcune offerte speciali sui manuali e inoltre riceverai tutti i nuovi articoli direttamente via email.

    Iscriviti ora!

*Immagini da Bigstock

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?