Vrksasana, la posizione dell’albero: guida, consigli e benefici

albero yogaUna delle cose più importanti non solo nello yoga ma anche nella vita è senz’altro l’equilibrio.

Essere equilibrati ci aiuta ad affrontare la vita nel modo corretto e dare il giusto peso a più cose importanti nello stesso tempo, senza eccedere in niente.

Lo yoga sicuramente ci può insegnare tanto sull’equilibrio nella vita.

Spesso non ci si pensa ma nella pratica fisica essere equilibrati significa molto di più che stare in equilibrio su un solo piede. Ci permette di prevenire gli infortuni, di dosare l’energia senza sprecarla e anche di mantenere la mente focalizzata per tutta la durata della pratica.

Ci sono molti asana che hanno lo scopo di aumentare il senso dell’equilibrio ed oggi parlerò della posizione per eccellenza per raggiungere questo: Vrkasana, la posizione dell’albero.

E’ una posizione relativamente facile e perciò può essere di grande beneficio anche per chi ha iniziato a fare yoga da poco tempo.

In questa guida imparerai le basi per effettuare questo asana, alcune variazioni, i numerosi benefici e tanti consigli per riuscire a fare Vrksasana, perfettamente.

Buona lettura e buona pratica della posizione dell’albero 😉

Caratteristiche generali

vrkasana, la posizione dell'alberoVrksa in sanscrito significa albero, perciò Vrksasana è la posizione dell’albero.

Come suggerisce il nome questa posizione prevede il bilanciamento su una gamba e le braccia unite sopra la testa, proprio come un albero.

E’ una posizione di grande valore simbolico in quanto indica la necessità di piantare radici profonde nel terreno, solo così ci si può elevare verso il cielo.

Questa è considerata la più facile delle posizioni di bilanciamento su una gamba, ma eseguendola si nota subito quanto è difficile restare in equilibro su un solo piede.

Infatti essa richiede concentrazione, equilibrio e forza, quindi può essere eseguita perfettamente solo dopo un costante allenamento, sia fisico che mentale.

La postura dell’albero, che prevede di rimanere “immobili come un albero nella terra”, ci insegna stabilità, quiete, equilibrio ed equanimità.

Precauzioni

Questa, come d’altronde tutte le posizioni nello yoga, fa molto bene però in alcuni casi è meglio evitare la sua esecuzione.

Ecco quando:

  • Se hai mal di testa;
  • Se hai la pressione molto bassa;
  • Se invece hai la pressione alta, evita di alzare le braccia sopra la testa;
  • Se soffri di insonnia;

Ricordati sempre di lavorare delicatamente e di restare entro i tuoi limiti. Se hai problemi particolari consulta un medico o parlane con la tua insegnante prima di praticare yoga.

Ora si passa alla pratica. Pronto per per aprire il tappetino?

Esecuzione di Vrksasana

Prima di eseguire l’albero ti consiglio di fare qualche saluto al sole in modo da riscaldare il corpo e aumentare la tua concentrazione.

  1. Prima di tutto devi assumere Tadasana, la posizioneposizione yoga asana albero
    della montagna.
  2. A questo punto sposta il peso sul piede sinistro, lentamente comincia a piegare la gamba destra ed afferra con le mani la caviglia destra.
  3. Devi portare, con l’aiuto delle mani, il piede destro all’attaccatura della coscia sinistra facendo appoggiare la pianta del piede sulla cosa sinistra. Le dita del piede devono essere rivolte in basso ed il tallone dovrebbe essere appoggiato attaccato all’inguine, ma se non si riesce, le prime volte va bene anche più in basso.
  4. Il peso del corpo deve essere sempre centrato, il centro del bacino deve ricadere al centro del piede a terra. Inoltre bisogna stare attenti che il bacino sia parallelo al pavimento e non distorto, come speso capita nella posizione dell’albero.
  5. A questo punto allunga il coccige in direzione del pavimento, contrai leggermente il quadricipide della gamba a terra alzando la rotula del ginocchio e spingi la pianta del piede destro verso l’interno coscia. Tutti questi accorgimenti servono per creare una base forte e di conseguenza permettono anche una stabilità necessaria alla posizione finale.
  6. Ora unisci i palmi delle mani in Anjali Mudra e stendi le braccia sopra la testa. L’estensione delle braccia deve essere eseguita lentamente altrimenti si perde l’equilibrio più facilmente. Le prime volte fissa con lo sguardo un punto davanti a te che ti aiuterà a mantenere l’equilibrio,  ma con il passare del tempo dovresti cercare di chiudere gli occhi. Puoi anche tenere le mani al petto, davanti al cuore.
  7. Rimani in questa posizione e respira profondamente fino a quando riesci a rimanere in equilibrio.
  8. Lentamente abbassa le mani ed il piede destro, tornando di nuovo in Tadasana.
  9. A questo punto esegui nuovamente la posizione invertendo i piedi.

Per sapere come migliorare qualsiasi asana leggi anche gli asana nello yoga: la guida completa per fare le posizioni nel modo corretto

Variazioni dell’albero

Puoi benissimo assumere una delle seguenti variazioni se ti aiutano ad eseguire meglio Vrksasana.

Mani

Anche se la classica posizione dell’albero prevede che i palmi delle mani siano uniti sopra la testa, puoi cambiare la loro posizione a tuo piacimento, a seconda di come ti trovi più a tuo agio:

  • Allunga le mani sopra la testa e parallele l’una con l’altra,variazione posizione albero i palmi non sono uniti ma si trovano alla stessa distanza delle spalle.
  • Allunga le mani sopra la testa, intreccia le dita e ruotando i polsi verso l’esterno porta i palmi verso il soffitto
  • Allunga le braccia lungo il corpo sia con i palmi verso di esso oppure che guardano avanti. Questo modo di posizionare la braccia permette una maggiore senso delll’equilibrio.
  • Allunga le braccia dietro il busto e intreccia le dita.
  • Potresti anche tenere i palmi uniti davanti al cuore.

Piedi

  • Una variazione per semplificare questa posizione è di abbassare leggermente il piede sollevato che dovrebbe essere tenuto il più vicino possibile all’inguine ma, sopratutto per i principianti, non è semplice. Quindi puoi abbassare il punto di appoggio fino a dove ti senti comodo, l’importante è che non lo appoggi sul ginocchio teso altrimenti ti potresti far male. Puoi anche arrivare ad appoggiarlo sul polpaccio o addirittura a terra, mantenendo però sempre il peso sull’altra gamba.
  • Un’altra variazione che consiglio di praticare in quanto è una buona preparazione per un altro asana è di eseguire con la gamba sollevata il mezzo loto, proprio come mostrato nella figura.

Però, prima di andare a vedere i supporti che puoi usare per questo asana ed i suoi benefici, ti invito a ripagare l’impegno che ho messo nello scrivere questo post: ti basterà fare click su +1! A te non costa nulla, per me invece è motivo di felicità e soddisfazione. Grazie mille.🙂 🙂 🙂

Consigli per una migliore esecuzione

Per riuscire ad eseguire la posizione dell’albero al meglio e per assumere un atteggiamento meditativo è importantissimo stare ben stabili nella base senza perdere gli allineamenti.

Di seguito ci sono alcuni consigli che sicuramente ti aiuteranno ad essere stabile come un albero 🙂

  • Lavora sempre dal basso: cerca di stabilizzare la base della gamba d’appoggio, poi il bacino, successivamente le spalle e solo alla fine, solo quando tutto il resto è stabile, alza le mani.
  • Prenditi il tempo necessario: non avere fretta di arrivare ad assumere la posizione finale. Quando si fa tutto troppo velocemente è più facile perdere gli allineamenti e cadere.
  • Pratica facendo altre posizioni simili: un ottimo metodo per arrivare ad eseguire la posizione dell’albero perfettamente è di esercitarsi con altre posizioni simili. Sicuramente Tadasana è un ottimo asana per capire come le basi della posizione. Un altro asana simile che può aiutarti con l’equilibrio è sicuramente Garudasana, la posizione dell’Aquila.
  • Mai appoggiare il piede sopra il ginocchio teso perché potresti farti male.
  • Per un maggiore equilibrio puoi:
    • Puoi portare la consapevolezza lungo la linea centrale del corpo;
    • Guardare un punto fisso davanti a te;

Se hai iniziato appena iniziato a fare yoga, dai un’occhiata a EasyYoga, l’Ebook per cominciare a praticare in modo semplice ed efficace.

 Supporti

  • Per verificare il corretto allineamento del corpo e della colonna vertebrale si può utilizzare il muro come supporto. Devi toccare il muro con i talloni, l’osso sacro e le scapole, mentre la testa dovrebbe rimanere leggermente distaccata. Le mani invece devono stare ancora più distaccate della testa.
  • Un altro modo per sfruttare il muro è quello di appoggiarci il ginocchio piegato. Questo aiuta, sopratutto le prime volte, a mantenersi in equilibrio.
  • Se il piede piegato tende a scivolare consiglio di sollevare i pantaloni in modo che la pianta del piede nudo sia direttamente in contatto con la pelle dell’altra coscia. Questo stabilizzerà il piede sollevato.

Benefici della posizione dell’albero

Questo asana come tutti gli altri dona ai praticanti innumerevoli benefici.

Andiamo a scoprirli uno per uno.

  • Cè una tonificazione dei muscoli anteriori delle cosce, sopratutto dei quadricipiti, e anche le caviglie assumono una maggiore stabilità.
  • Tutta la schiena viene allungata, insieme alle cosce, inguini e torace.
  • Allevia la sciatica.
  • Migliora e tende a far scomparire problemi ai piedi come piedi piatti e piedi cavi.
  • Migliora l’equilibrio del corpo.
  • Corregge la postura se squilibrata.
  • Da una sensazione di armonia e di rilassamento.
  • Combatte lo stress.

Per scoprire invece tutti i benefici dello yoga puoi leggere invece questo articolo: quali sono i benefici dello yoga per la salute?

Conclusioni

Se hai letto attentamente questa guida e se pratichi yoga costantemente, sono sicuro che in poco tempo riuscirai a fare Vrksasana correttamente e senza perdere l’equilibrio.

Per scoprire come fare altri asana puoi consultare anche l’elenco completo.

Se questo articolo ti è stato utile per migliorare la tua pratica ti chiedo un piccolo favore: condividilo con i tuoi amici nel tuo social preferito usando i pulsanti di seguito, così anche loro lo possono leggere.

Grazie e buona pratica.

Ti ricordo che, se ancora non l’hai fatto, puoi iscriverti qui alla newsletter di AtuttoYoga per ricevere tutti i nuovi articoli direttamente nella tua email e altro materiale gratuito riservato agli iscritti.

*Immagini tratte da Google Immagini

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.