Il mal di schiena: tutto quello che devi sapere per sconfiggerlo definitivamente

Hai mal di schiena che ti tormenta? Soffri da tempo di cervicale? Nonostante hai provato tutte le cure possibili non riesci a trovare una soluzione alla tua lombalgia? Vuoi saperne di più su questi problemi nella colonna vertebrale per trovare finalmente un rimedio efficace?

Allora questo è un articolo che non ti puoi perdere per nessun motivo!

Oggi ti parlerò approfonditamente del mal di schiena e di tutto quello che bisogna sapere per sconfiggere del tutto questa piaga che purtroppo oggigiorno affligge sempre più persone.

Ci sono tanti articoli su internet che affrontano i dolori alla spina dorsale in modo secondo me superficiale e troppo velocemente. Per poter affrontare qualsiasi disturbo bisognerebbe conoscerlo perfettamente ed a 360°, solo in questo modo puoi individuare le cause, rifletterci e trovare una soluzione per curare quel fastidiosissimo dolore che interessa la colonna vertebrale e le strutture ad essa correlate.

Premetto che è un articolo lunghissimo perché ti riempirò di informazioni preziose per liberarti definitivamente dal mal di schiena, quindi se sei di fretta salva la pagina nei preferiti e torna con calma, altrimenti preparati un bel caffè, mettiti comodo e buona lettura.

Quali sono le cause del mal di schiena?

Il mal di schiena è una vera e propria patologia che, secondo la SICV (la società italiana di chirurgia vertebrale) attualmente interessa circa 15 milioni di italiani. Un dato certamente più allarmante è che circa 80 persone su 100 affermano che hanno sofferto per un periodo della loro vita di questo disturbo.

Io purtroppo sono uno tra questi sfortunati, infatti sono anni che ci soffro e che mi informo continuamente su questo soggetto. Con il passare del tempo, parlando con la gente mi sono accorto che sfortunatamente c’è ancora tanta disinformazione su questo argomento e che pochi sanno veramente la causa dei dolori che li tormentano.

Se non si conosco per esempio le cause della lombalgia o della cervicale come si può arrivare a trovare una soluzione a questi problemi?

Anche se i sintomi del mal di schiena sono diversi da una persona ad un altra, le cause che la provocano sono sempre le stesse ed è importante sapere quali sono e quali ci interessano.

Perciò andiamo a scoprire insieme quali sono le cause più comuni.

Squilibrio posturale

scquilibrio posturaleIl mal di schiena causato da una postura errata è quello più comune e quello che secondo me è si può combattere cambiando molte abitudini. Sono proprio queste ultime, abbinate a comportamenti sbagliati, posizioni scorrette e movimenti fatti senza pensare che con il passare del tempo fanno insorgere vari dolori nella colonna vertebrale.

L’ho inserito nelle cause ossee in quanto sono proprio queste strutture rigide che sono squilibrate e che in un secondo momento provocano dolori anche muscolari.

Purtroppo la vita che molte persone fanno è piuttosto sedentaria, ci alziamo dal letto, ci rimettiamo seduti per fare colazione, saliamo in macchina per andare al lavoro dove trascorriamo la maggior parte del tempo seduti e così via per tanti anni.

Purtroppo se la schiena non viene usata si invecchia ed i problemi insorgono.

Quello che dico non sono critiche, ma semplicemente spunti di riflessione per cercare di farti riflettere sul tipo di vita che conduci e, se è troppo sedentario, cerca di fare qualche cambiamento nella giusta direzione, questo può essere un primo passo per sconfiggere il mal di schiena.

Ernia

Questa insorge quando uno o più dischi intervertebrali, che sono praticamente le giunzioni tra vertebre e che sono composte di un cuscinetto fibroso ma allo stesso tempo gelatinoso, fuoriescono dalla loro sede naturale.

erniaA questo punto l’ernia può:

  • Rimanere contenuta
  • Essere piuttosto protrusa
  • Essere espulsa completamente

Più si trova fuori e maggiori sono le probabilità di sollecitare i nervi e provocare dolori continui.

Il disturbo di questo tipo di gran lunga più diffuso è senz’altro l’ernia del disco che provoca forti dolori, sopratutto al livello del nervo sciatico.

L’ernia colpisce prevalentemente sopra i 30 anni e sopratutto maschi. Questo problema alla spina dorsale insorge perché con il passare degli anni i dischi che costituiscono la colonna vertebrale perdono elasticità e flessibilità, diventando più fragili e così hanno una maggiore possibilità di lacerarsi.

Scoliosi

schiena con scoliosiDi causa congenita o posturale, la scoliosi è una curvatura laterale anomala a carico della spina dorsale in genere correlata ad una rotazione delle vertebre. Il mal di schiena correlato a questo disturbo è causato principalmente dai muscoli dorsali che sono costretti ad affrontare un sovraccarico di lavoro.

Per alcune persone che soffrono di questo disturbo sono necessarie delle terapie, mentre per altre, quando la curvatura è lieve, bastano solo dei controlli ogni tanto per vedere soltanto se è peggiorata.

Questo disturbo può colpire ragazzi di ogni età, ma solitamente comincia a provocare mal di schiena solo dopo i 20 anni. Non è la spina dorsale stessa a provocare il dolore, ma tutti i muscoli che lavorano male ed in modo squilibrato. Alcuni lavorano troppo ed altri meno, alcuni sono più corti ed altri troppo allungati e così fanno male.

Questo problema, a seconda di come insorge, si può dividere in due tipologie:

  • Scoliosi strutturale: si tratta di una malattia definitiva, su cui è molto più difficile intervenire e può essere causata da problemi neuromuscolari, malformazioni neonatali, disturbi metabolici oppure da lesioni
  • Scoliosi non strutturale: in questo caso invece si tratta di una curva temporanea che tende a modificarsi con il tempo. Le cause possono essere una diversa lunghezza delle gambe, il bacino piegato da una parte oppure anche il lavoro. Rispetto all’altro tipo, è molto più semplice intervenire e liberarsi dal mal di schiena se la scoliosi è di natura non strutturale.

Artrosi

spina dorsale con artriteL’artosi è un altra patologia degenerativa cronica che interessa le articolazioni e che provoca il mal di schiena, e non solo, a tantissime persone ogni giorno.

Questo disturbo interessa la cartilagine che ricopre le estremità delle ossa nelle articolazioni e che gradualmente scompare.

La cartilagine liscia, che consente alle ossa di scorrere facilmente le une contro le altre, diventa sfilacciata e ruvida. Questo con il passare del tempo provoca sempre più dolore durante il movimento delle articolazioni interessate.

Si manifesta solitamente oltre i 60 anni e, secondo l’ISS colpisce il 10% della popolazione in generale.

Questo disturbo è causato da un’usura delle articolazioni che si trovano tra una vertebra e l’altra.

Comporta vari dolori, anche alla schiena, che in genere sono assenti durante la notte e si ripresentano la mattina appena ci si sveglia. Questi peggiorano e si fanno sentire sopratutto a causa di cambiamenti climatici, umidità, vento, e quando si passa da un ambiente freddo ad un ambiente caldo, o viceversa.

Può interessare tutte le articolazioni del corpo, ma le zone più colpite sono la la colonna vertebrale, le ginocchia e le anche. Meno frequentemente colpisce le mani, i piedi e le spalle.

 Dismetria arti inferiori

dismetria arti inferioriPer svariate ragioni, molte delle quali ancora non chiare, durante la crescita una gamba si sviluppa leggermente di più dell’altra.

Durante l’adolescenza spesso neanche ci si accorge di questo squilibrio ma durante l’età adulta può provocare vari problemi, primo fra tutti forti mal di schiena.

A volte quando la differenza è minima, al di sotto di 2 millimetri, non insorge nessun tipo di fastidio.

Il problema si presenta quando la dismetria dei due arti è maggiore di 2 millimetri e la struttura più colpita da questo squilibrio è proprio la spina dorsale. Tutti i muscoli e le strutture che mantengono una postura corretta sono squilibrate, alcune devono fare uno sforzo eccessivo, mentre altre lavorano poco e male.

Per capire meglio il tipo di disturbo pensa ad una macchina con i pneumatici più gonfi da una parte rispetto all’altra. Inizialmente la differenza è minima, il guidatore non se ne accorge e continua a guidarci. Con il tempo, a causa di buche, accellerazioni e frenate, i pneumatici si consumano più da una parte e meno dall’altra compromettendo anche le sospensioni. La nostra schiena è proprio come le sospensioni di questa macchina che pian piano si compromettono, se non si trova una soluzione adeguata.

Nella maggior parte dei casi questo problema si può risolvere semplicemente usando dei plantari dove uno è leggermente più alto dell’altro. Quindi se pensi che questo possa essere la causa del tuo mal di schiena ti consiglio di fare una visita da un bravo ortopedico.

Traumi

Incidenti automobilistici, cadute a terra mentre si fa sport o traumi mentre a lavoro sono un altra causa molto comune dell’insorgenza del mal di schiena. Quando succede un evento del genere, la muscolatura vertebrale, per proteggere la zona colpita, si irrigidisce e così provoca vari dolori. A volte questi possono essere anche distanti dalla zona colpita, a causa dei vari collegamenti dei muscoli dorsali.

Se questi muscoli dopo il trauma vengono sciolti immediatamente i fastidi scompaiono presto, altrimenti perdurano molto di più.

Ecco perché è importante fare delle fisioterapie, massaggi o trattamenti simili subito dopo qualunque incidente.

Se un muscolo invece viene sciolto immediatamente dopo la sua contrattura si rilassa più facilmente, altrimenti molto probabilmente provocherà mal di schiena e ci vuole molto più tempo e molte più terapie per fargli riacquistare la sua normale funzione.

Stress psicologico

stress influsce sulla spina dorsaleA volte capita che non c’è nessun tipo di disturbo a livello fisico, ma si continua ad avere mal di schiena comunque.

In questo caso la ragione è di carattere psicologico e dovuto allo stress.

Per vedere se la causa è questa analizza innanzitutto il tuo fisico e se tutto va bene rifletti sul tipo di vita che fai, il periodo in cui ti trovi e, se ti trovi in una situazione che ti stressa particolarmente, molto probabilmente la causa del mal di schiena può essere questa.

Ricorda che i disturbi fisici e psicologici solitamente non si manifestano separati, ma quasi sempre sono uno una conseguenza dell’altro.

Con questo intendo che la causa principale della tua lombalgia o della tua cervicale può essere uno squilibrio fisico minimo e che provocherebbe un leggerissimo disturbo se non fosse peggiorato dallo stress. Ma siccome ti trovi in un periodo della vita in cui sei sotto stress il mal di schiena peggiora notevolmente.

Molte persone non sanno che questi due disturbi sono strettamente correlati, quindi ora, che ne sei a conoscenza, cerca di riflettere se magari sei particolarmente stressato e se questa può essere la causa dei tuoi dolori.

Se è così, allora cerca una soluzione per tranquillizzarti come ad esempio lo yoga, la meditazione, oppure prenditi una vacanza dal lavoro. Insomma cerca di affrontare ed eliminare le cose che ti stressano e molto probabilmente anche il tuo mal di schiena scomparirà o quantomeno si affievolirà.

Per saperne di più su come lo yoga ti può aiutare per eliminare lo stress dalla tua vita leggi anche:

Altre cause

Ci sono poi altre cause meno comuni di cui parlerò meno approfonditamente.

Una è la stenosi spinale che consiste in un restringimento dello spazio intorno al midollo spinale. Con il tempo così si produce una certa pressione sul midollo e sui nervi spinali provocando forti dolori.

Un’altra causa può essere la degenerazione discale. Questa è dovuta alla vecchiaia che con il passare del tempo provoca una degenerazione ed un restringimento dei dischi intervertebrali. Perciò la flessibilità diminuisce, la rigidità aumenta ed il mal di schiena insorge.

Un altro disturbo molto fastidioso è la sindrome del piriforme. Questa è causata da una anomala contrattura del muscolo piriforme, situato nella regione del gluteo, che comprime e irrita il nervo sciatico. A causa dei sintomi molto simili questo fastidio viene scambiato molto spesso con l’ernia del disco, vengono consigliate cure sbagliate e si fa veramente fatica a risolvere questo problema

I vari tipi di mal di schiena secondo la zona colpita

Dopo aver chiarito le varie cause che possono far insorgere il mal di schiena, ora andiamo a vedere le varie tipologie a seconda di che zona è interessata dal dolore.

Mal di schiena lombare

lombalgiaCon il termine mal di schiena lombare si intende una serie di dolori che interessano la parte bassa della schiena, appunto chiamata la zona lombare.

Questo disturbo nella maggior parte dei casi insorge per tre motivi:

  • Un movimento piuttosto brusco;
  • Una caduta in cui si sbatte questa zona;
  • Dopo aver sollevato qualcosa di troppo pesante;

A volte il dolore in questa zona può essere acuto e scomparire dopo qualche giorno oppure essere cronico e durare per intere settimane, se non addirittura mesi.

In questo secondo caso ti consiglio di andare a fare una visita da uno specialista perché sicuramente c’è qualche problema e va affrontato il prima possibile, altrimenti si potrebbe aggravare.

Mal di schiena a livello dei reni

Il mal di reni è un’infiammazione della zona lombare posteriore proprio dove sono localizzati questi organi.

Le cause dei dolori renali possono essere molteplici e possono essere dovuti alla colonna vertebrale oppure a tanti altri fattori. I più comuni sono:

  • Problemi muscolo scheletrici nella spina dorsale;
  • Calcoli renali;
  • Scorretta alimentazione;
  • Abuso di farmaci;
  • Ciclo mestruale;
  • Cisti;

I sintomi sono piuttosto diversi e variano a seconda della causa del problema.

Per saperne di più su questo argomento ti invito a consultare questo articolo: dolori renali: sintomi, cause e rimedi per il mal di reni.

Mal di schiena dorsale

Con questo termine si intendono tutti i vari tipi di dolori che interessano la parte alta della schiena, nella zona posteriore delle costole. Rispetto alla lombalgia è un problema leggermente meno frequente, tuttavia molto diffuso tra la popolazione.

La dorsalgia è sopratutto causata da un colpo di freddo o da un movimento fatto male, ma a volte le cause possono essere diverse e più gravi. Se il dolore scompare dopo qualche giorno, massimo un paio di settimane non ci si deve preoccupare, ma se perdura per più tempo allora è meglio fare un controllo più approfondito.

Le cause più frequenti del mal di schiena dorsale sono:

  • Un sollevamento improprio di un peso;
  • Una posizione errata che si assume quando si dorme;
  • Un tensione muscolare;
  • Accumulo di stress;
  • Una postura errata quando si sta in piedi o seduti;
  • Cadute e traumi nella zona alta della spina dorsale;

Il fastidio dorsale può essere anche bilaterale, solitamente però si presenta solo da un lato.

Mal di schiena nella zona cervicale

torcicollo cervicaleIl dolore cervicale, detto anche cervicalgia, interessa tutta la zona del collo e non solo. Infatti inizialmente parte da quest’ultimo, ma spesso si diffondono anche a zone vicine.

Più comunemente conosciuto come torcicollo, è un disturbo che prima o poi colpisce tutti.

Secondo molte statistiche, la cervicalgia è insieme alla lombalgia una delle principali cause di assenza dal lavoro, e negli ultimi anni il problema è sempre più comune.

Le cause principali del torcicollo sono:

  • Una compressione di nervi;
  • Un disturbo muscolo-scheletrico;
  • Un trauma;
  • L’assunzione di una frequente postura scorretta;
  • Inoltre ci sono alcune patologie che possono interessare questa zona;

I sintomi della cervicalgia possono essere vari e dipendono dalla causa del problema. Nella maggior parte dei casi i disturbi dipendono da una postura scorretta, perciò i dolori non interessano solo il collo ma anche zone vicine come le spalle, le braccia e tutta la parte alta della schiena.

Se il dolore sorge raramente e scompare da solo dopo qualche giorno, non ti dovresti preoccupare in quanto molto probabilmente è dovuto soltanto ad un colpo di freddo o ad un movimento fatto male.

Se invece i fastidi sorgono frequentemente significa che c’è qualche squilibrio in tutta la zona cervicale e dovresti fare delle analisi più approfondite per vedere di che cosa si tratta, per poi trovare una soluzione adeguata.

Ho combattuto contro i dolori cervicali per molto tempo e non è stato facile trovare una soluzione. Ho fatto tantissime sedute di fisioterapie e preso numerosi farmaci per far passare il dolore, ma puntualmente ritornava.

Alla fine ho capito che tutto dipendeva da una postura scorretta e che dovevo sistemare. Così mi sono iscritto ad un corso di yoga e da subito ho capito che mi avrebbe fatto benissimo.

Ho continuato a praticarlo, quotidianamente per anni, e dopo un po’ di tempo mi sono quasi completamente dimenticato del torcicollo che avevo quotidianamente.

Ho anche scritto un articolo dove parlo di questo problema e suggerisco alcuni esercizi che a me hanno fatto benissimo, dagli un occhiata è questo: yoga e cervicale, 5 posizioni per dirgli addio.

Sciatica

mal di schiena sciaticaCon il termine sciatica ci si riferisce ad un dolore che interessa l’intero nervo sciatico, dalle sue radici alle estremità. Più precisamente però questo disturbo si chiama sciatalgia, cioè l’infiammazione del nervo sciatico.

Il fastidio interessa tutta la parte bassa della schiena, e spesso si irradia anche sui glutei e sulla gambe, provocando formicolio, debolezza, e non poche difficoltà a svolgere molte attività.

Le cause principale di questo problema sono:

  • Un’ernia di cui ho parlato precedentemente;
  • La gravidanza in quanto il troppo peso del feto, se non c’è una muscolatura adeguata,  può creare una leggera pressione nel nervo sciatico infiammandolo;
  • La sindrome del piriforme. In questo caso il responsabile del dolore è il muscolo piriforme che essendo troppo contratto va a toccare il nervo sciatico che si trova vicino,  infiammandolo di conseguenza. Purtroppo questo problema spesso viene confuso con l’ernia e molta gente è sottoposta a terapie non idonee.

Il dolore varia moltissimo da un soggetto all’altro. Nei casi più lievi si ha un leggero formicolio che parte dal gluteo ed interessa anche la gamba.

Nei casi più gravi invece il dolore è acuto, non si riesce a muovere l’intera gamba, la muscolatura si indebolisce e si ha la sensazione di aghi che pungono la pelle.

Ora, prima di andare avanti, ti invito a ripagare l’impegno che ho messo nello scrivere questo post: ti basterà fare click su +1! A te non costa nulla, per me invece è importante ed una piccola ricompensa per il lavoro fatto. Grazie mille.🙂 🙂 🙂

 

Trattamenti medici per il mal di schiena

trattamenti medici lombalgiaI trattamenti medici che puoi adottare per curarti sono veramente tanti. Prima di sceglierne uno però, sottoponiti ad esami specifici ed a seconda dei risultati puoi fare la scelta migliore.

Questi rimedi sono, per la maggior parte dei casi, formidabili per alleviare in poco tempo il dolore, ma bisogna considerare anche l’altra faccia della medaglia.

Se una volta concluse le terapie non trovi il modo di modificare le tua vita e le tue abitudini, per far si che la spina dorsale ricominci a lavorare correttamente, in poco tempo ti ritroverai nuovamente ad affrontare i dolori.

Quindi, una volta finiti i trattamenti, cerca di fare delle attività mirate a riequilibrare la spina dorsale e non startene fermo ad aspettare che il mal di schiena ritorni.

I più comuni trattamenti medici sono i seguenti:

  • Osteopatia: è un vero e proprio sistema medico ormai consolidato da anni che prevede un contatto manuale per riequilibrare il corpo, dopo un’attenta diagnosi e valutazione del problema. Qui puoi saperne di più.
  • Chiropratica: questa si fonda su un principio molto semplice, la capacità dell’organismo di autoregolarsi e guarirsi. Questo sistema concentra la propria attenzione sull’equilibrio tra struttura e funzione. Il chiropratico controlla la colonna vertebrale e, grazie a specifiche manovre, corregge eventuali squilibri favorendo in questo modo la capacità di autoguarigione del corpo. Qui puoi sapere di più su questo sistema ed invece in questo articolo puoi trovare una prova della sua efficacia.
  • Agopuntura: questa è un’antica metodologia terapeutica appartenente alla medicina tradizionale cinese. Questo sistema ha lo scopo di rimettere il soggetto in forma mediante l’inserimento di aghi in specifiche zone del corpo. Secondo l’agopuntura infatti la malattia è causata da una cattiva circolazione del fluido vitale (qi). Grazie agli aghi si può ripristinare l’equilibrio energetico di una zona curando così il problema.
  • Massoterapia: essa è un insieme di diverse manovre eseguite sul corpo per poter lenire dolori muscolari o articolari, allentare tensioni e affaticamento muscolare, per tonificare il volume di alcuni tessuti, ma anche per migliorare il benessere psichico del soggetto. La massoterapia si può effettuare con differenti tecniche di massaggio come ad esempio la vibrazione, la percussione, lo sfioramento, l’impastamento e lo sfregamento.
  • Elettroterapia: questo trattamento medico usa gli effetti dell’energia elettrica per scopi terapeutici e consiste nel farla passare attraverso la parte del corpo dolorante. Si può usare sia la corrente continua che quella alternata a seconda dello scopo. In generale l’effetto terapeutico della massoterapia può essere antidolorifico, stimolante oppure trofico.
  • Crioterapia: gli effetti benefici del freddo sono noti da migliaia di anni, ma soltanto nell’ultimo decennio si è sviluppata questa nuova tecnica che può essere utile per molti problemi di salute, tra cui il mal di schiena. Il freddo infatti può essere usato per vari scopi: far diminuire il dolore in una zona specifica, curare un infortunio e per migliorare la circolazione sanguigna. Grazie ad i progressi della tecnologia oggi sono disponibili anche tecniche molto avanzate e sarà lo specialista che sceglierà quella più adatta per il problema in questione.

Cure naturali e rimedi alternativi per il mal di schiena

Ci sono molti rimedi naturali che puoi usare per alleviare il dolore e migliorare la situazione della colonna vertebrale.

Questi hanno un gran vantaggio rispetto ai trattamenti medici più tradizionali: costano molto meno, alcuni sono anche gratuiti.

Proprio per questo possono essere usati da tutti ed ogni volta che ne hai bisogno.

A dire la verità io preferisco di gran lunga questa tipologia di rimedi per un solo motivo: a lungo tempo sono i migliori. Le cure tradizionali nel breve termine sono senz’altro più efficaci perché fanno scomparire i dolori più velocemente, ma quelle alternative a distanza di tempo sono di gran lunga quelle che funzionano di più.

Ora andiamo a vedere quali sono le migliori.

Lo yoga è la migliore cura naturale

Ok, sono un po’ di parte perché pratico questa disciplina e ho creato questo blog, mayoga per il mal di schiena se lo sono un motivo c’è.

Proprio come te, qualche anno fa’, tutti i giorni dovevo combattere con continui dolori al collo, una lombalgia perenne e spesso anche con il nervo sciatico infiammato.

Ho provato decine di cure mediche tradizionali e, nonostante inizialmente stavo meglio, dopo qualche mese mi ritrovavo esattamente nella stessa identica situazione.

Dopo aver provato veramente di tutto ho deciso di iscrivermi ad un corso di yoga.

Fin da subito cominciai a praticare quotidianamente ed i miglioramenti nella mia vita non si fecero attendere. Nel giro di qualche mese la mia cara schiena stava notevolmente meglio.

Dopo molti anni posso felicemente dire che grazie allo yoga ho sconfitto quasi del tutto i dolori che avevo continuamente alla spina dorsale e che mi sento più in forma che mai.

Lo yoga infatti è in grado di  risanare e di rimettere in forma  tutta la colonna vertebrale. Grazie alle posizioni, chiamate più propriamente asana, le vertebre lentamente si riallineano, i dolori muscolari scompaiono e tutta la schiena diventa più flessibile.

Oltre che dal punto di vista strettamente fisico, gli asana lavorano anche mentalmente favorendo un rilassamento profondo di tutto il corpo.

Sapevi che a volte è proprio lo stress che provoca il mal di schiena? Non hai notato che nei periodi in cui sei più stressato i dolori aumentano?

Forse sarò la prima persona che ti dice questo, ma è scientificamente provato che è così.

Di conseguenza lo yoga, favorendo il rilassamento, permette una riduzione ed una graduale scomparsa della maggior parte dei dolori che interessano la colonna vertebrale.

A differenza delle altre cure, ci vuole più tempo prima che si sperimentano gli innumerevoli benefici di questa disciplina e bisogna lavorare sodo, ma senza dubbio lo yoga è il miglior rimedio a lungo termine.

Se vuoi approfondite questo tema, in passato ho scritto un articolo dove consiglio 5 ottime posizioni yoga che ti possono sicuramente aiutare se stai affrontando questo problema. Eccolo qua: 5 asana per dire addio definitivamente al mal di schiena.

Cibo che può aiutare con i dolori alla spina dorsale

cibo salutareSpesso si pensa al mal di schiena come un problema a se stante e non si considera per niente lo stile di vita che si conduce.

Fattori come lo stress, di cui ho precedentemente parlato, umore, sedentarietà e alimentazione possono influire negativamente o positivamente sulla salute della colonna vertebrale.

Proprio per questo molti dottori consigliano ai loro pazienti di assumere alcuni cibi che possono aiutare sia nella fase acuta, sia quando questa è ormai passata.

Alcuni di essi li ho provati personalmente e posso dire che hanno sicuramente contribuito ad alleviare i dolori che avevo.

Ecco quelli che secondo me sono più efficaci:

  • Lo zenzero: Questa radice, con le sue straordinarie proprietà antinfiammatorie, se assunto con costanza può ridurre l’infiammazione che è alla base di vari tipi di lombalgie. Può essere considerato un vero e proprio antibiotico naturale.Quello che ti consiglio io è di prepararti un decotto giornalmente ed andare avanti in questo modo per qualche mese, sono sicuro che questa abitudine ti aiuterà.
  • Tutti gli alimenti che contengono calcio e fosforo: Questi incidono positivamente su tutta la salute della colonna vertebrale
  • Se il tuo mal di schiena è causato dall’artrosi puoi aumentare l’assunzione di cibi che contengono magnesio ed altri che sono fonte di collagene.
  • In generale un’alimentazione naturale è in gradi di riattivare le proprietà autocurative del corpo stesso. Quindi il mio consiglio è di evitare il più possibile i cibi industriali, ma questo non solo per il mal di schiena :-).
  • Inoltre sarebbe meglio evitare cibi grassi che favoriscono il sovrappeso, altrimenti tutta la colonna vertebrale ne risentirà.

Rimedi in erboristeria

Anche in erboristeria si possono trovare delle ottime cure naturali per il mal di schiena.

Ecco le piante più efficaci in assoluto:

  • L’artiglio del diavolo: questa pianta rimedi in erboristeriarampicante è nota da moltissimo tempo nella fitoterapia per eliminare problemi che riguardano le ossa, le articolazioni e la muscolatura, in particolare per ridurre le infiammazioni che riguardano queste strutture. E’ disponibile in varie modalità, dalle capsule alle bustine per infusione, come anche sotto forma di  pomata. Prima di utilizzare questa soluzione è sempre meglio consultare un esperto che puoi consigliare il dosaggio a seconda del problema.
  • Il sambuco: anche tisane preparate con i fiori di questa pianta possono essere utili per alleviare i sintomi di varie lombalgie e cervicalgie. Puoi preparare una tisana lasciando i fiori in infusione per circa 15 minuti per 2/3 volte al giorno durante tutto il periodo di infiammazione acuta.
  • Il salice bianco: anche questa pianta officinale ha delle straordinarie proprietà antinfiammatorie e analgesiche. E’ disponibile in qualunque erboristeria ed è sempre meglio chiedere ad un esperto prima del suo uso. Si sconsiglia dopo la gravidanza e l’allattamento.
  • L’olio essenziale di lavanda: questo è sicuramente uno degli oli essenziali più conosciuti per le sue proprietà rilassanti. Perciò può essere usato per effettuare dei massaggi in modo da rilassare i muscoli e far scomparire le tensioni muscolari che spesso sono la prima causa di dolore nella schiena.

Come prevenire il mal di schiena

Non si può sapere quando questo problema insorge, l’unica cosa che possiamo fare è cercare di prevenirlo.

Ogni persona che ha a cuore la propria salute dovrebbe fare una vita sana e cercare di mantenere una spina dorsale in forma proprio per evitare futuri problemi.

Secondo me la chiave di tutto è un’adeguata prevenzione quotidiana e se stai attento a delle piccole accortezze puoi sicuramente abbassare di gran lunga la probabilità di affrontare fastidi nella colonna vertebrale.

Ecco le cose a cui dovresti stare attento:

  • Il riposo notturno: questo è uno dei fattori che dormire correttamente per la schienacontribuisce molto spesso all’insorgenza di questo problema. La posizione in cui dormi non è quella corretta, usi due cuscini invece di uno, il materasso non è quello ortopedico e così la mattina seguente ti alzi e sembra che hai dormito sopra delle pietre :-).
    Se è quello che spesso ti capita, cerca di analizzare attentamente come dormi, trova il problema e cerca di risolverlo.  Per esempio, se dormi con due cuscini, prova a toglierne uno, altrimenti il collo si trova in una posizione non naturale e ti farà male. Se il problema è il materasso, fai un piccolo investimento e comprane uno ortopedico, e così via.
  • Il sovrappeso: questo è un altro fattore che molto più spesso di quanto si pensa provoca frequenti mal di schiena. Se c’è troppo peso che grava sulla colonna vertebrale, i muscoli lavorano eccessivamente e le vertebre si disallineano e così prima o poi i dolori arrivano.
  • Riduci lo stress: come già accennato in precedenza, lo stress, le preoccupazioni, ansia ed altri problemi fanno si che si crei una maggiore tensione muscolare che provoca a sua volta dolori sopratutto nella bassa schiena e nella zona cervicale. Ci sono molti metodi per eliminare lo stress come ad esempio lo yoga, la meditazione oppure anche una qualsiasi attività fisica che permette il rilascio di endorfine che migliorano notevolmente l’umore.
  • Sollevare correttamente i pesi: questo accorgimentoalzare i pesi correttamente
    è importantissimo per permetterti di lavorare in maniera che la tua schiena sia al sicuro. Il modo corretto per sollevare qualsiasi cosa è di piegare le gambe e mantenere la spina dorsale totalmente eretta. Sia quando ti abbassi che quando ti rialzi lavora principalmente con le gambe. Un cosa assolutamente da evitare è fare torsioni quando tieni il peso sollevato perché altrimenti le vertebre possono danneggiarsi. Inoltre un altro accorgimento molto importante è di tenere il carico il più vicino possibile al corpo per evitare sovraccarichi di zone specifiche della colonna.
  • Evita possibilmente l’auto: le vibrazioni della macchina e di qualunque mezzo di trasporto influiscono negativamente sulla spina dorsale, quindi cerca di evitarle il più possibile. Inoltre molto spesso il sedile è regolato male e la postura assunta durante la guida è totalmente sbagliata, così capita che un lieve problema peggiora con il tempo.  Per evitare questo, posiziona il sedile correttamente cioè dovrebbe essere messo in modo che l’angolo tra la colonna vertebrale e le cosce sia di 90°. Ci sono anche i cuscini lombari che possono aiutarti per far si che la schiena assumi la posizione corretta.
  • Stai seduto correttamente: la regola precedentevarier balans per spina dorsale
    dei 90° può essere applicata anche ad altre situazioni, cioè ogni volta che ti metti seduto. La schiena dovrebbe essere eretta e le spalle dovrebbero trovarsi esattamente sopra il bacino. Stai attento anche alla posizione che assume il collo, cercando di mantenere sempre la curva naturale della zona cervicale. Questi accorgimenti sono ancora più importanti se fai un lavoro in cui stai la maggior parte del tempo seduto su una scrivania. Ci sono anche alcune sedie come le conosciutissime Varier Balans che sono fatte apposta per far mantenere la schiena eretta.

Attrezzatura utile per il mal di schiena

Panca ad inversione

Questa è un attrezzo che senz’altro nel breve termine può aiutare molto. Grazie ad esso puoi praticamente invertire la forza di gravità ed usarla a tuo favore per allungare la schiena.

Può essere molto utile a chi soffre di ernie in quanto l’inversione distanzia le vertebre le une dalle altre e così c’è un rapido sollievo.

Naturalmente questo va bene solo nel breve termine in quanto se non rafforzi, grazie a esercizi mirati, i muscoli che permettono alle vertebre di stare dritte e ad una normale distanza fisiologica, il dolore si ripresenterà.

Stesso discorso vale per a chi ha una curva anormale lungo la spina dorsale e che soffre di scoliosi, di ipercifosi oppure di iperlordosi.

Quando il corpo si trova sotto sopra viene allungato e qui la curva anormale viene momentaneamente ridotta. Però, come ho già spiegato, se non abbini questo esercizio ad una corretta attività fisica,  molto probabilmente il mal di schiena ritornerà.

Scopri di più

Tappetino per agopressione

Questo in realtà è un semplice tappetino a cui sono stati applicati dei dischetti dotati di micro-punte che agiscono sul corpo per agopressione stimolando la circolazione ed il rilascio di endorfina e ossitocina, sostanze che il corpo produce naturalmente e che hanno proprietà rilassanti ed analgesiche.

Chiamato anche tappetino chiodato, è consigliato a chi ha problemi e tensioni su tutta la schiena.

Per usarlo basta distendersi sopra di esso con la schiena nuda, respirare profondamente ed il gioco è fatto. Inizialmente potresti sentire dolore, ma cerca di essere paziente per 2-3 minuti e questa sensazione scomparirà lasciando il posto a del calore e ad un profondo relax.

Tutto questo è molto benefico per il mal di schiena perché tutte le tensioni muscolo scheletriche che provocano dolore pian piano scompariranno. Il tempo per starci lo decidi te, considera anche che c’è chi ci si addormenta sopra. 🙂

Scopri di più

Sedia ergonomica Varier Balans

Le sedie Varier Balans sono in assoluto le migliori sedie ergonomiche sul mercato. La base non è piatta, come tante sedie, ma curva in modo da costringerti a muovere il bacino costantemente. Ci sono due poggia ginocchia che servono per sostenere il peso e stabilizzare la posizione. Tutto questo ha lo scopo di mantenere la spina dorsale completamente eretta anche quando si lavora.

Costa un po’ di più rispetto ad una sedia tradizionale, ma se fai un lavoro dove stai seduto tutto il tempo te la consiglio vivamente.

Io ormai sono anni che la uso e, sebbene ci vuole un paio di settimane per abituarcisi, non ritornerei mai ad una classica sedia tradizionale.

Scopri di più

Cuscino lombare sia per auto che per sedia da ufficio

Raramente le persone che stanno sedute per molte ore in ufficio o sulla macchina hanno una postura corretta.

Nel 99% dei casi succede che la normale curva lordotica non viene mantenuta e si va in contro a un appiattimento di questa zona, diventando spesso anche una cifosi.

Grazie all’aiuto di un semplice cuscino lombare potrai risolvere questo comunissimo problema. Questo serve per far assumere alla schiena la normale curva fisiologica che troppo spesso si perde.

L’uso di questo cuscino può aiutare moltissimo e dovrebbe avvenire fino a quando non si ha una muscolatura lombare in grado di mantenere la curva corretta. Solo a questo punto puoi farne a meno.

Scopri di più

Conclusioni

Eccoci finalmente arrivati alla fine di questo lunghissimo articolo!

Se sei arrivato fino a qui sono sicuro che ora avrai una migliore conoscenza del problema del mal di schiena, come insorge, come risolverlo e come si può prevenire. Le informazioni che ho inserito in questo articolo sono veramente tante e sono frutto di tanta esperienza personale.

Spero tanto che grazie a questo possa riuscire a risolvere questo fastidiosissimo problema con il quale anche io ho combattuto per anni.

Se questo articolo ti è stato in qualche modo utile ti chiedo un piccolissimo favore: condividilo sul tuo social preferito così potranno leggerlo anche altre persone che soffrono dello stesso problema e potrà aiutare anche loro. Inoltre la condivisione è anche una piccola ricompensa per il lavoro fatto a scriverlo.

Grazie mille!

*Immagini tratte da Google Immagini

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.