Come e perché lo yoga aiuta a curare il mal di schiena?

Hai il mal di schiena che ti tormenta? Hai provato tutti i rimedi ma ancora non hai risolto? Ormai convivi con la lombalgia?

Allora forse è arrivata l’ora di provare una disciplina millenaria ottima per sconfiggere il  mal di schiena e numerosi altri problemi fisici: lo yoga.

Tutti prima o poi soffrono di dolori che interessano la schiena e le strutture corporee strettamente connesse, ma pochi sono quelli che affrontano nel modo giusto il problema e lo sconfiggono definitivamente.

Spesso si prendono antidolorifici, si va da un fisioterapista a farsi fare un massaggio, si va per qualche mese in piscina, ma in questo modo non si va dritti alla causa del problema.

Purtroppo, se il mal di schiena insorge, è perché qualcosa non va nella nostra postura, nella nostra muscolatura oppure nei nostri movimenti che facciamo quotidianamente.

Lo yoga, se praticato efficacemente,  ti permette di andare direttamente alla causa del problema, agisce modificando la postura, il modo in cui ti muovi, fa rilassare i muscoli tesi che spesso sono la causa del dolore e così offre una soluzione a mio parere molto efficace.

In questo articolo oggi ti spiegherò come e perché lo yoga aiuta a sconfiggere definitivamente il mal di schiena e perché, se ci soffri spesso, dovresti iniziare a praticarlo.

Yoga e mal di schiena: alcune prove scientifiche

yoga e mal di schiena

A dire che lo yoga fa bene per il mal di schiena non sono solo io, ma è confermato da numerose ricerche scientifiche fatte negli anni.

Ad esempio in questo articolo del National Institutes of Health, viene descritto un esperimento molto semplice in cui viene preso un campione di 228 persone con del mal di schiena lombare cronico.

Questo gruppo è suddiviso in 3 sottogruppi, ciascuno dei quali viene sottoposto ad un trattamento diverso:

  1. Al primo viene fatto praticare yoga con un insegnate 2 volte la settimana, 20 minuti al giorno per ben 12 settimane.
  2. Al secondo gruppo invece vengono fatti praticare esercizi di stretching generici con la stessa frequenza del gruppo precedente.
  3. Al terzo gruppo invece gli vengono dati dei libri con delle informazioni relative alla lombalgia, le cause, come affrontare il dolore, quali esercizi fare e lo stile di vita da condurre.

I risultati furono sbalorditivi. Tutti le persone che avevano praticato yoga avevano trovato incredibili risultati solo dopo 3 mesi. Ancora migliore è la loro situazione dopo ben 6 mesi.

Anche le persone sottoposte a esercizi di stretching normale avevano sperimentato grandi miglioramenti nella schiena, ma minori rispetto al primo gruppo.

Invece le persone che dovevano studiare il materiale e cercare di trovare una soluzione autonomamente sono quelli che hanno sperimentato meno risultati.

Questo è solo una delle infinite prove scientifiche che puoi trovare a sostegno dello yoga contro il mal di schiena.

Vediamone brevemente un’altra.

In questa altra ricerca invece, pubblicata su Sciencedirect, vengono presi due gruppi di persone: il primo con problemi di movimento legati alla schiena e l’altro con dolore cronico nella zona lombare. Entrambi i gruppi sono stati sottoposti ad una terapia di Iyengar yoga della durata di ben 16 settimane.

Ogni persona veniva sottoposta sia ad esercizi generali mirati a rimettere in forma tutta la spina dorsale, che ad esercizi specifici per il proprio problema.

Anche i risultati di questo studio sono brillanti. Dopo il periodo di trattamento la maggior parte delle persone stava notevolmente meglio.

Questa è un’altra prova scientifica che ti dimostra chiaramente come questa disciplina può aiutare enormemente chiunque soffre di mal di schiena.

Ora però andiamo a vedere come e perché lo yoga riesce a risolvere questo fastidiosissimo problema.

Lo yoga agisce eliminando le tensioni muscolari dalla schiena

yoga e tensioni muscolare nella schienaUno delle cause maggiori del mal di schiena è sicuramente la tensione muscolare.

Con questo termine intendo tutte le tensioni a livello dei muscoli responsabili di un corretto funzionamento della spina dorsale, e che possono creare dolore per vari motivi.

Quando i muscoli della schiena non sono forti abbastanza da tenere eretta la spina dorsale, sono squilibrati, alcuni lavorano troppo ed altri troppo poco, oppure quando la postura non è corretta si creano degli squilibri a livello muscolare che provocano fastidi.

Lo yoga agisce in vari modi per eliminare questo problema.

Innanzitutto tende a far rilassare i muscoli contratti. Spesso è proprio questa contrazione la causa del dolore.

Grazie a continui allungamenti della spina dorsale in varie direzioni, tutti i muscoli di questa zona vengon allungati notevolmente, si rilassano delicatamente e così il fastidio scompare pian piano.

Inoltre c’è un altro principio su cui si basa lo yoga: quello dei muscoli agonisti/antagonisti. Praticamente se si contrae un muscolo, quello antagonista si rilassa automaticamente. Grazie a questo semplice ma efficace metodo, lo yoga riesce a far lavorare tutti i muscoli della schiena e di conseguenza, gli antagonisti si rilassano, ed i dolori scompaiono.

Lo yoga rinforza tutti i muscoli della schiena

yoga e mal di schienaSpesso molti problemi a livello lombare, nelle spalle e nel collo sono dovuti a dei muscoli della schiena che sono troppo deboli.

Per mantenere una postura corretta c’è bisogno di attivare vari muscoli che mantengono la spina dorsale eretta e gli permettono di assumere la sua normale curva fisiologica.

La maggior parte di noi però ha questi muscoli troppo deboli e non abituati a mantenere la schiena dritta e così si assumono delle posizioni non naturali che a lungo andare provocano dolori sia nella zona cervicale che in quella lombare.

Siamo tutti abituati a sederci sulle sedia, sui divani, nei sedili della macchina e poco o niente a stare seduti sul pavimento senza uno schienale che ci sostiene la spina dorsale.

Tutte le nostre comodità purtroppo, fanno si che non usiamo mai i muscoli importanti per la salute della schiena e così non siamo in grado di assumete una postura corretta.

Lo yoga, asana dopo asana, ci permette di rafforzare incredibilmente tutti i muscoli della schiena. Questo ci fa assumere così una postura corretta nella nostra vita quotidiana, quando stiamo in piedi, quando camminiamo e sopratutto quando stiamo seduti.

Grazie a questo rafforzamento ed a una migliore postura, giorno dopo giorno il mal di schiena scomparirà del tutto.

Lo yoga elimina anche lo stress

yoga elimina lo stress e anche la lombalgiaApparentemente lo stress ed il mal di schiena non hanno nessuna relazione, ma non è così.

Non ci hai mai fatto caso che nei periodi in cui sei particolarmente stressato il mal di schiena peggiora?

A me è successo tantissime volte fino a che non l’ho capito.

Numerose ricerche scientifiche, come questa, ed altrettanti articoli su internet, come ad esempio questo, spiegano chiaramente che lo stress e il mal di schiena sono strettamente correlati. Di conseguenza se si elimina il primo, solitamente anche il secondo problema scompare.

Questa antica disciplina, grazie alla respirazione yogica, è un metodo formidabile per eliminare lo stress dalla nostra vita ogni volta che si presenta.

Perciò ora che sai che questi due problemi sono collegati, la prossima volta che hai mal di schiena cerca di capire se magari è un periodo che sei stressato.

Se è così ti consiglio di eseguire il prossimo esercizio che sicuramente ti può aiutare.

  1. Sdraiati per terra in posizione supina ed osserva il tuo respiro naturale senza modificarlo.
  2. Ora comincia ad eseguire una respirazione più consapevole e più profonda
  3. Espirando contrai leggermente gli addominali, muovendo l’ombelico verso di essi. Cerca di far uscire dai polmoni tutta l’aria che c’è.
  4. Inspirando, rilascia la tensione degli addominali e, senza nessuno sforzo, lascia che l’addome si gonfi naturalmente. Anche in questo caso cerca di far entrare più aria possibile senza sforzarti troppo naturalmente.
  5. Continua respirando profondamente in questo modo per qualche minuto. Più a lungo riesci a starci e meglio è.

A questo punto, una volta capito come respirare, rendiamo l’esercizio leggermente più difficile.

Invece di eseguirlo in posizione supina, prova a farlo mettendoti seduto per terra con le gambe incrociate, assumendo Sukhasana.

Se è da poco che hai iniziato a fare yoga e non riesci a stare seduto comodamente metti un cuscino, un bolster oppure un mattone sotto il sedere, ti aiuterà a stare più comodo ed ha mantenere la schiena dritta.

Una volta che hai trovato una posizione in cui stai comodo e che riesci a mantenere per qualche minuto, esegui lo stesso esercizio respiratorio precedente.

Se il mal di schiena è causato o semplicemente peggiorato dallo stress, allora pian piano sentirai che diminuirà. Molte persone sentono che la loro schiena sta meglio dopo aver praticato questo esercizio.

Naturalmente non farlo una volta e basta, cerca di eseguirlo costantemente, sia più volte al giorno che per molti giorni.

Lo yoga è indubbiamente efficace ed ha innumerevoli benefici, ma va praticato costantemente. Non si può pensare di risolvere i problemi praticandolo una volta al mese per una sola ora.

Grazie agli asana la schiena diventa notevolmente più flessibile

flessibilita spina dorsaleUn’altra causa che spessissimo provoca l’insorgenza della lombalgia è una ridotta flessibilità della schiena e delle strutture strettamente connesse.

Il nostro corpo è fatto per muoversi ed è una macchina perfetta per farlo.

Purtroppo però a causa della vita moderna troppo sedentaria non siamo più abituati a farlo e così le articolazioni, i tendini ed i muscoli si irrigidisco.

Questa rigidità finche si è giovani non si sente, ma appena si va avanti con l’età esce subito fuori e provoca il fastidioso mal di schiena.

E allora quale è la soluzione a questo problema?

E’ molto semplice: basta far riacquista la flessibilità persa in quelle zone dove si ha dolore e così spesso il mal di schiena scompare.

Lo so benissimo che tra dirlo ed il farlo c’è una grande differenza, ma lo yoga ti offre la soluzione. Puoi riuscire a far diventare la tua schiena molto più flessibile, ma occorre tanto sacrificio e sopratutto pazienza.

Sopratutto se sei un principiante ed hai cominciato a praticare yoga da poco tempo, occorre aspettare che il corpo si sciolga. Se praticherai gli asana specifici per il mal di schiena e lo fari costantemente, nell’arco di poco tempo la tua schiena diventerà molto più flessibile e proprio quella rigidità, che spesso provoca dolore, scomparirà e con essa anche il mal di schiena.

Per saperne di più su questo argomento leggi questo articolo: L’allungamento muscolare nello yoga e come diventare super flessibili.

Lo yoga agisce come prevenzione per il mal di schiena

yoga prevenzione mal di schienaAnche se non hai problemi in questo momento alla schiena oppure sei riuscito far scomparire il dolore che ti perseguitava dovresti mantenere sempre la spina dorsale in salute, altrimenti prima o poi la lombalgia riapparirà.

Tante volte, magari dopo aver fatto nuoto oppure dopo essere andato da un fisioterapista stavo notevolmente meglio con la schiena, ma commettevo continuamente lo stesso errore: non continuavo a fare gli stessi esercizi che mi avevano permesso di stare meglio, mi sedevo in modo scomposto e non  dormivo nel modo corretto.

In poche parole stavo nuovamente creando le basi per far insorgere nuovamente la tanto odiata lombalgia.

Spesso accade che se non si ha dolore non si fa niente, invece non dovrebbe essere così. Tutta la schiena dovrebbe essere mantenuta sempre in forma anche se non fa male.

Secondo lo yoga, la schiena è la parte più importante del corpo.

Non bisogna aspettare che insorge un problema per affrontarlo, piuttosto si dovrebbe fare uno stile di vita più sano in modo che non venga fuori per niente. 

E lo yoga ti permette di farlo.

Grazie alla riduzione delle tensioni muscolari, al rafforzamento muscolare, alla riduzione dello stress e ad un aumento incredibile della flessibilità questa disciplina è una perfetta forma di prevenzione per il mal di schiena.

Se pratichi costantemente la tua spina dorsale e le strutture del corpo ad essa collegate staranno così bene che ti dimenticherai del tutto della tanto odiata lombalgia.

Un approccio olistico per risolvere la lombalgia

yoga e lombalgiaSpesso si tende a dare la colpa dell’insorgenza di un dolore alla schiena ad un movimento fatto male, ad una freddatura, al lavoro pesante etc.

Anche se questi esempi possono essere le cause scatenanti del dolore, se questo problema insorge significa che la nostra spina dorsale non è in forma.

Perciò bisogna che ce ne occupiamo e la rimettiamo in sesto.

Lo yoga offre un’efficace soluzione olistica per affrontate questo fastidiosissimo problema che interessa sempre più persone.

Questa disciplina agisce su tutto il corpo, su varie zone, su tutti i muscoli, su molte articolazioni e perciò tutta la schiena sta meglio.

Anche se ci vuole più tempo rispetto ad un approccio tradizionale, come ad esempio un massaggio su una determinata zona o un antidolorifico che agisce immediatamente, a mio avviso è un metodo che a lungo termine risulta notevolmente migliore.

Secondo me il modo migliore per eliminare del tutto il mal di schiena è usare entrambi i metodi.

Nel breve termine quando il dolore è forte puoi benissimo prendere gli antidolorifici, fare delle fisioterapie o dei massaggi rilassanti, ma non ti fermare a questo. Altrimenti prima o poi il dolore rispunterà.

Per sconfiggere il problema nel lungo termine invece,  praticare yoga correttamente è senza dubbio la migliore soluzione.

Conclusioni

In questo articolo ti ho spiegato come lo yoga può essere un ottima soluzione al mal di schiena. Come ho cercato di farti capire, praticare yoga è sicuramente un modo non solo per alleviare il dolore, ma anche un approccio giusto per far si che il dolore non insorga di nuovo.

Se soffri di mal di schiena e vuoi iniziare a fare yoga sicuramente EasyYoga ti può essere molto utile. E’ un manuale dove spiego nei minimi dettagli come iniziare a praticare in modo semplice ed efficace. Ci sono anche delle sequenze specifiche per il mal di schiena che puoi stampare e usare per la tua pratica.

Se questo post ti è piaciuto e ti è stato in qualche modo utile, condividilo nei social così potrà essere d’aiuto anche ai tuoi amici che stanno soffrendo in questo momento di mal di schiena.

Grazie e buona pratica.

Se ancora non l’hai fatto, ti invito ad iscriverti qui alla newsletter di AtuttoYoga per ricevere tutti i nuovi articoli direttamente nella tua email. Oltre ad un articolo a settimana, riceverai anche del materiale gratuito.

*Immagini tratte da Google Immagini

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.