Ashwa Sanchalanasana, la posizione equestre

In passato ho spiegato dettagliatamente come si deve fare il saluto al sole classico e poi ho scritto una guida specifica per tutte le posizioni che compongo questa sequenza. Tuttavia, c’è un asana che ancora non ho approfondito.

Te lo ricordi?

Sto parlando di Ashwa Sanchalanasana, la posizione equestre ed è l’argomento di questo articolo.

Perciò mettiti comodo perché in questa guida imparerai come si esegue perfettamente, le controindicazioni, i benefici che questo asana dona ed alcune variazioni che posso essere sempre utili.

Buona lettura e buona pratica.

Caratteristiche generali

Ashwa Sanchalanasana posizione yoga equestreAshwa Sanchalanasana è sicuramente tra le posizioni più eseguite nelle classi di yoga e saperla eseguire correttamente è fondamentale per ciascun praticante. E’ molto benefica in quanto allunga notevolmente le gambe, la schiena e inoltre per essere eseguita c’è bisogno anche di un buon equilibrio che si sviluppa con la pratica.

Il nome completo dell’asana è composto da varie parole sanscrite che rispettivamente significano:

  • Ashwa = cavallo;
  • Sanchalana = moto;
  • Asana = posizione;

Da molti viene anche chiamata la posizione dell’affondo basso, ma anche se il nome è differente l’asana è lo stesso.

Spesso viene usata come riscaldamento per la schiena prima di fare delle flessioni all’indietro, ma anche per preparare le gambe alle successive aperture.

Controindicazioni

Come tutte le posizioni yoga anche Ashwa Sanchalanasana ha delle controindicazioni, quindi stai attento a farla se:

  • Se hai problemi al collo o ti fa semplicemente male, non guardare in alto ma tieni la testa in posizione neutra guardando in avanti;
  • Se hai problemi nelle ginocchia;
  • Se non sei troppo flessibile nelle gambe non le aprire troppo, piuttosto esegui la posizione con le gambe più strette;

Ricordati sempre di non eccedere i tuoi limiti fisici e di lavorare entro le tue possibilità.

Se hai gravi problemi alla schiena, alle spalle, al collo o altri tipi di disturbi parla con un dottore prima di praticare questa o qualsiasi altra posizione yoga.

Come fare la posizione equestre passo dopo passo

  1. posizione equestreSi può arrivare ad assumere questo asana da due posizioni differenti:
    1. Da Uttanasana. In questo caso sposta il piede destro verso l’indietro mentre pieghi quello sinistro che rimane sul posto.
    2. Oppure da Adho Mukha Svanasana. In questo caso porta il piede sinistro in avanti e quello destro rimane sul posto.
  2. Una volta che ti trovi in questa posizione cerca di essere stabile e lentamente porta il ginocchio destro a terra fino a che tocca il tappetino.
  3. Una volta che sei arrivato qui cerca di essere stabile e stacca le mani da terra.
  4. Ora puoi lentamente portarle:
    1. In alto ed unire i palmi (richiede più equilibri);
    2. Ai lati (più semplice e ti aiuterà ad essere più stabile);
    3. Metterle sopra il ginocchio di fronte;
    4. Lasciarle appoggiate a terra (la versione più semplice;
  5. A questo punto guarda verso l’alto oppure se ti da fastidio al collo guarda in avanti.
  6. Rimani in questa posizione per 5 respiri profondi e poi eseguila dall’altro lato.
  7. Per uscire dalla posizione riabbassa le mani, alza il ginocchio e torna nella posizione da cui eri partito.
  8. Infine ripeti il tutto dall’altro lato.

Forse ti può interessare anche questo articolo: la guida per fare qualunque posizione nel modo corretto

Modifiche e variazioni

Conosco alcune semplici variazioni che puoi provare a fare, qualora volessi semplificare o rendere più intensa la posizione equestre.

Ashwa SanchalanasanaPuoi tenere le mani:

  • A terra, questa è la versione in assoluto più semplice;
  • Larghe ai lati, ti aiuterà sicuramente con l’equilibrio,
  • Le puoi unire o tenerle alla larghezza delle spalle sopra la testa;
  • Appoggiarle sopra il ginocchio di fronte;

La testa invece la puoi:

  • Tenere neutra e guardare un punto fisso davanti a te;
  • Oppure puoi guarda in alto. Se scegli questa variante assicurati di essere ben stabile con le gambe a terra, altrimenti è facile perdere l’equilibrio.

Le gambe le puoi tenere:variazione posizione equestre

  • Più o meno larghe a seconda della tua flessibilità. Se sei un principiante e sei ancora abbastanza legato diminuisci lo spazio che c’è tra i due piedi, con il tempo potrai distanziarli.
  • Se vuoi aumentare la difficoltà di Ashwa Sanchalanasana puoi invece alzare il ginocchio della gamba posteriore, andando ad eseguire Anjaneyasana, la posizione dell’affondo alto.

Consigli per una migliore esecuzione

I benefici che la posizione equestre dona al praticante sono numerosi, però va eseguita correttamente e facendo attenzione ad alcune cose. Tieni in mente i seguenti consigli la prossima volta che la fai.

  • Abbandona la fretta e non cercare di arrivare ad alzare le mani immediatamente. Piuttosto inizia stabilizzando prima i piedi, le ginocchia, i fianchi, le spalle e solo alla fine alza le mani.
  • Se ne hai bisogno, metti le mani sui fianchi per controllare se sono allineati. Ricorda che il fianco del piede posteriore tende sempre ad andare indietro, cerca di evitare questa tendenza riportandolo in avanti.
  • Allunga il coccige verso il basso, attivando mula banda. Ti aiuterà con l’equilibrio.
  • Assicurati che il ginocchio di fronte è allineato con la caviglia. Non permettere che la superi altrimenti ti potresti far male all’articolazione.
  • Stai attento anche all’allineamento della caviglia posteriore perché spesso si tende a perderlo.

Se è da poco tempo che hai cominciato a praticare, sicuramente questo articolo ti può essere utile: come iniziare a fare yoga correttamente.

I benefici di Ashwa Sanchalanasana

La posizione equestre, come d’altronde tutte le posizioni yoga, dona ai praticanti numerosi benefici.

benefici posizione equestreAndiamo a vedere quali sono:

  • Allunga notevolmente le gambe, gli inguini ed i fianchi;
  • Permette al petto ed alle spalle di aprirsi;
  • Rafforza le cosce, i fianchi ed i glutei;
  • Aumenta la stabilità;
  • Incrementa l’energia corporea e riduce la fatica;
  • Essendo un leggero piegamento all’indietro, allunga la colonna vertebrale e di conseguenza agisce positivamente sul mal di schiena.

Conclusioni

Ashwa Sanchalanasana inizialmente risulterà abbastanza impegnativa, ma sono sicuro che con un po’ di pratica riuscirai ad eseguirla alla perfezione.

Se fai tanta pratica e segui i consigli di questo articolo, la posizione equestre con il tempo si trasformerà in un un meraviglioso modo per aumentare la forza, l’equilibrio e anche la concentrazione.

Se questo articolo ti è stato utile per migliorate la tua pratica, condividilo nel tuo social preferito così sarà utile anche ai tuoi amici praticanti. Inoltre per me è una piccola ricompensa per il lavoro fatto.

Buona pratica.

*Immagini tratte da Google Immagini

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.

Lo yoga ti appassiona e vuoi migliorare la tua pratica?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli. Più di 4000 yogi e yogini già lo hanno fatto.

In regalo per te l'estratto della mia guida.